Interactive

Banca Mediolanum lancia Selfy. L’open banking va oltre i servizi finanziari e si apre anche alla gdo. Obiettivo, i giovani. Ma non solo

Banca Mediolanum ha fatto debuttare, con una presentazione online, Selfy, la sua nuova proposta che rappresenta per la banca il compimento di un altro passo verso la digitalizzazione totale.

“Selfy ci consente di essere ancor più multi-target intercettando i bisogni di tutti coloro che chiedono alla propria banca autonomia e servizi digitali d’avanguardia nella quotidianità”, ha spiegato Massimo Doris, Amministratore Delegato di Banca Mediolanum. “In termini più generali, siamo stati i primi a dare alle persone la libertà di una banca multicanale e negli anni abbiamo poi continuato a innovare ed evolvere il nostro modello, in linea con gli sviluppi tecnologici e digitali”.

La campagna di lancio, firmata Armando Testa, e  prodotta da Movie Magic Int., si inserisce nel solco della nuova comunicazione della banca, già aperto a giugno scorso con il lancio di Flowe, la app bancaria indirizzata alle generazioni più giovani e coronata da un successo oltre il programmato, con più di 700mila clienti attivi.

“Con Selfy, Banca Mediolanum rende ancora più semplice la possibilità di scegliere la soluzione bancaria preferita da ciascun cliente”, ha concluso Massimo Dosis, “divenendo così l’istituto di riferimento per tutte le tipologie di clientela, sia per coloro che ricercano la consulenza
sia per coloro che preferiscono maggiore autonomia”.

In pratica, Selfy amplia la proposte disponibili di Banca Mediolanum al mercato, inserendosi come posizionamento tra il servizio completo dei conti correnti più tradizionali e la app di Flowe, in un contesto di omnicanalità che è il punto di arrivo di un percorso multimediale rivolto soprattutto alla generazioni più giovani, pur ben consci di quanto poco contino ormai le categorizzazioni socio-demografiche rispetto a quelle comportamentali.

Alcune delle caratteristiche del conto, come la gratuità per tutti gli utenti al di sotto dei 30 anni, la sottoscrizione in maniera totalmente digitale o l’assistenza tramite chat, sono già indicative in tal senso, ma l’apertura verso i nuovi correntisti, i soli che posso sottoscrive Selfy Conto, è decisamente più ampia.

“Il conto costa una cifra fissa e tutto sommato modesta: 45 euro l’anno”, ha ricordato in conferenza stampa Eduardo Fontana Rava, Direttore sviluppo prodotti di Banca Mediolanum, “ma la cifra è destinata ad azzerarsi a fronte di azioni semplici, quasi banali, come l’accredito dello stipendio. L’obiettivo di Selfy, infatti, è quello di diventare il contro corrente ‘principale’ usato per ottenere un prestito in tempo reale, disporre un bonifico istantaneo, effettuare operazioni di trading e di acquisto fondi, in totale libertà e autonomia. Il tutto garantito dalla solidità di Banca Mediolanum, in un’ottica di progressiva crescita man mano che l’età evolve e gli impegni lavorativi e personali si moltiplicano”.

A ribadire questa vocazione del nuovo servizio, la campagna pubblicitaria firmata da Armando Testa si affianca a un pluralità di attività digitali, incluse i contenuti di alcuni influencer affini ai valori forti del brand.

“In un mercato guidato dalla domanda, qual è quello delle banche”, ha concluso Fontana Rava, “la nostra strategia è essere abilitatori per i nostri clienti: un autentico open banking, non limitato solo ai servizi finanziari. Pensiamo anche ai beni e ai prodotti della GDO, acquistabili a rate a tasso zero tramite il portale dedicato, o al mondo delle ‘smart insurances’ che mettiamo a disposizione dei clienti di Selfy”.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy