Interactive

Il rebranding di Twitter costruisce un social volutamente imperfetto, come le conversazioni. Debutta il font proprietario ‘Chirp’. Firmano Atelier Irradie e Grilli Type Foundry, due realtà ‘minori’ ma con una prospettiva globale

Twitter rinnova la propria immagine attraverso un ampio progetto di rebranding finalizzato a riflettere l’identità della piattaforma. La nuova immagine si caratterizza per un approccio art-first, orientato alla costruzione di un design creativo volutamente imperfetto, così come imperfette sono le conversazioni su Twitter: complesse e confusionarie, intense e stimolanti, divertenti e ridicole, provocatorie e commoventi. Le parole su Twitter sono in costante evoluzione e compongono quello che è un immaginario collettivo dinamico e autentico, condiviso da tutte le persone che interagiscono sulla piattaforma.

La nuova immagine è articolata. Stratificata. Coraggiosa. Energica e in movimento. Le lacrime rivelano nuove informazioni, gli strati che si sovrappongono rappresentano il flusso costante di conversazioni che si intersecano continuamente, i colori accesi che emergono sotto il blu e il logo iconico di Twitter trasmettono umorismo e intensità.

In aggiunta a questo, Twitter ha sviluppato il proprio carattere proprietario , ‘Chirp’ , un font tra il disordinato e il tagliente per amplificare il divertimento e l’irriverenza di un Tweet, ma capace di reggere anche le conversazioni più serie quando necessario. Chirp verrà presto esteso a tutte le lingue oltre all’alfabeto latino.

Invece di lavorare con le aziende più grandi e conosciute, Twitter ha deciso di collaborare con realtà minori, eclettiche e con una prospettiva globale: la parigina Atelier Irradie per quanto riguarda la nuova immagine, e la svizzera Grilli Type Foundry per lo sviluppo del carattere proprietario Chirp.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy