Interactive

Il CdA di MAPS approva la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno: ricavi totali pari a 10,7 milioni di euro (+25% rispetto alla semestrale del 2020)

Il Consiglio di Amministrazione di MAPS ha approvato in data odierna la relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2021. “Chiudiamo con soddisfazione un primo semestre le cui ottime performance, sia in relazione al primo semestre 2020 che ai livelli pre Covid-19, evidenziano la capacità del Gruppo di agire come partner di riferimento per la trasformazione digitale, mercato previsto in forte crescita nel prossimo triennio anche grazie alle risorse del PNRR”, ha spiegato in una nota Marco Ciscato, Presidente di MAPS. “Di rilievo la crescita dei ricavi (+25%), trainata in particolare dalle divisioni Healthcare (+60%) e ESG (+24%) nelle quali abbiamo concentrato gli investimenti, nonché la loro composizione, sempre più concentrata sui canoni ricorrenti e sulle soluzioni proprietarie, con riflessi positivi sulle marginalità. Anche la divisione Large Enterprise ha ottenuto ottimi risultati in termini di ricavi e soprattutto di miglioramento delle marginalità, grazie a contratti continuativi, ad una ottimizzata e duratura gestione delle risorse, nonché a eventi non ordinari avvenuti nel primo semestre. Inoltre, il sostanziale miglioramento della Posizione Finanziaria Netta e la disponibilità di cassa per 9,6 milioni consentiranno alla Società di affrontare futuri investimenti strategici”.

La relazione semstrale evidenzia un Valore della Produzione pari a 11,5 milioni di euro, in incremento del 23% rispetto ai 9,3 milioni al 30 giugno 2020. I Ricavi sono pari a 10,7 milioni, +25% rispetto agli 8,5 milioni al 30 giugno 2020, con un contributo positivo di tutte le divisioni e in particolare Healthcare (+60%) e ESG (+24%).

Il Margine Operativo Lordo (EBITDA) è pari a 2,8 milioni, +74% rispetto a 1,6 milioni al 30 giugno 2020, corrispondente ad un EBITDA margin del 26,7% (19,2% al 30 giugno 2020). Si registra un incremento dei costi del personale, sostenuti per potenziare la struttura e favorire la crescita del Gruppo.

Il Margine Operativo Netto (EBIT) è pari a Euro 1,7 milioni, in significativo miglioramento rispetto al 30 giugno 2020, dopo ammortamenti per Euro 1,2 milioni, in diminuzione rispetto a 1,6 milioni al 30 giugno 2020.

L’Utile Netto si attesta a 1,7 milioni, +241% rispetto a 0,5 milioni al 30 giugno 2020, dopo un contributo positivo della voce imposte pari a 171.000 euro (82.000 al 30 giugno 2020). Tale contributo positivo è dovuto al vantaggio fiscale netto (per 400.000 euro circa) derivante dalle rivalutazioni di asset immateriali eseguite nel 2020.

La performance del primo semestre 2021 risulta significativamente positiva anche se confrontata con i livelli pre Covid-19 del 30 giugno 2019, a dimostrazione di un progresso che va oltre il recupero dell’eccezionalità negativa rappresentata dalla pandemia.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy