People

What drives you? Faccia a faccia con l’eccellenza delle aziende italiane. Tabarro: l’eccellenza che è un patrimonio

L’avevamo anticipato nell’intervista dedicata al modo di intendere la comunicazionedi (HFILMS) e come promesso pubblicheremo la carrellata di interviste alle 16 aziende italiane che testimoniano l’eccellenza all’interno del progetto pensato per il lancio della nuova Peugeot 508, alla ricerca di cosa sia per loro ‘driver’. Ed è bello sapere che nel nostro Paese esistono realtà così, ancora di più conoscerle. Certi saranno per molti sorpresa, ci auguriamo che tanta passione diventi virale.

Il Tabarro| Mirano (Venezia)

Ogni capo ha la sua storia, specialmente se si tratta di un tabarro. Lo sa bene Sandro Zara, veneziano titolare del Tabarrificio Veneto, primo e unico artigiano a realizzare i capi uno per uno, come si faceva una volta. Come quando il nonno e gli amici andavano intabarrati nei grigi e freddi inverni. Come quelli indossati dai soldati impegnati al Fronte nel 15/18, ai quali è dedicato l’omonimo tabarro, nelle 2 versioni, Andata e Ritorno(per chi è riuscito a tornare).

La ricerca storica e filologica tra musei e archivi, l’inventore del termine Tabarrificio Sandro Zara l’ha unita ai capi dell’epoca, recuperati dalle soffitte per rinnovarli nella praticità di tagli e tessuti. Per cogliere dettagli e frammenti di cui si erano persi uso e memoria: ogni capo ritrova la sua collocazione storica e geografica, memoria di un universo di simboli culturali ed etnici.