Youmark

Next Group vince la gara e accende Torre Hadid a Milano e firma con un light show l’inaugurazione delle celebrazioni per 190 anni di Generali

Si è concluso ieri sera lo spettacolo dalla Torre Hadid in City Life che dal 23 febbraio illumina le sere e il cielo di Milano, quando un light show ha dato il via alle celebrazioni per i 190 anni di Assicurazioni Generali. L’evento è stato ideato e realizzato da NEXT GROUP a seguito della gara indetta per studiare il piano strategico di comunicazione di questo anniversario.

Obiettivo, coniugare in un unico momento il coinvolgimento di dipendenti e stakeholder da Milano a tutte le sedi Generali nel mondo, nel rispetto delle regole e dei protocolli di sicurezza dettati per fronteggiare l’emergenza sanitaria purtroppo ancora in corso.

Da qui nasce l’idea del light show con l’accensione dei 42 piani della Torre Hadid, simbolo visibile dell’azienda: un evento mediatico, in particolare sui social, che potesse arrivare a tutti senza richiederne la presenza fisica. E, soprattutto, che significasse orgoglio, bellezza, speranza.

Alcuni numeri: 5 i piani interamente pellicolati, 4 videoproiettori posizionati di fronte alla Torre a 60 metri d’altezza, 6 space cannon sul tetto, a tratti a luce fissa a tratti in movimento, illuminazione dei due tagli laterali della torre. È stato proiettato un palinsesto di 45 bandiere dei paesi in cui Assicurazioni Generali opera, il logo e l’hashtag ufficiali e alcuni statement sui temi sviluppo e sostenibilità, messaggi positivi per la community.

Per sposare i valori di Generali sulla sostenibilità l’agenzia ha studiato un programma luminoso in cui il risparmio energetico dato dallo spegnimento degli uffici era esattamente equivalente al consumo delle luci.

Dichiara nella nota Marco Jannarelli, Presidente Next Group: “E’ sempre un onore e un piacere lavorare per un cliente come Assicurazioni Generali che ringrazio per la fiducia rinnovata e per averci dato modo, in questo particolare momento storico, di realizzare un progetto tanto suggestivo. E tengo anche a ringraziare tutto il team degli oltre 60 professionisti, tra interni Next, partner e consulenti che hanno lavorato con passione alla perfetta riuscita di questa produzione”.

Simone Coggi, Head of Business The Next Event, la divisione creativa del gruppo, aggiunge: “Tutto questo non sarebbe stato possibile senza un lavoro di squadra incredibile. Ha fatto la sua parte la grande voglia che abbiamo tutti di tornare a lavorare ‘live’, certamente. Ma quello che fa la differenza, sempre, è la qualità delle persone, la loro professionalità, la loro determinazione a fare le cose bene bene bene”.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy