Youmark

Fab racconta il lockdown dal punto di vista di FCA Autonomy

La parola lockdown è una di quelle che hanno segnato la nostra vita, negli ultimi mesi. Autonomy, programma di FCA dedicato alle persone con disabilità, ha scelto di parlarne intervistando Antonio, un’insegnante che, come tante altre persone, ha vissuto il lockdown con i suoi alti e bassi. Ma con una difficoltà in più che non gli ha fatto perdere il suo spirito ottimista e positivo. Spirito ottimista e positivo che è insito nell’hastag #unamarciainpiù, con cui FCA Autonomy firma tutte le sue comunicazioni.

“Una marcia in più è il concetto che abbiamo studiato un anno fa per il lancio dei canali social di FCA Autonomy”, spiega nella nota Valerio Le Moli, Direttore Creativi Esecutivo FAB / La Fabbrica Creativa.

Concetto che ritroviamo espresso in questo video. “Perché una marcia in più non vuol dire essere migliori o speciali, ma saper riconoscere i propri limiti e affrontarli senza farsi sopraffare alle difficoltà. Un atteggiamento che può essere d’esempio per tutti, non soltanto per le persone con disabilità. Soprattutto in un momento come quello attuale che ci ha resi tutti un po’ più uguali”.

L’idea di Fab è stata prodotta da Kume, con la regia di Veronica Mengoli.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy