Youmark

Dalla pubblicità alla comunicazione: ‘Gli Amigos’ di Parmigiano Reggiano. Tutto parte dall’idea di Cesare Casiraghi. Nasce una sceneggiatura che con Paolo Genovese alla regia è cinema. Un mediometraggio che fa tv e conquista Rai 1, già declinato in una web serie di sei episodi, ma anche in sei spot da ottobre a febbraio nelle diverse emittenti. Il tutto secondo i punti del Manifesto di un brand che è cultura

Alcune funzionalità sono ridotte dalle tue preferenze!

Questo accade perché la funzionalità “Google Youtube” usa dei cookie che hai scelto di disabilitare. Per vedere il sito completo abilita i cookies: Modifica le tue preferenze.

E poi c’è il lavoro di squadra.  Marca, creatività, strategia, produzione, regia, recitazione, media. Perché in questo progetto il lavoro insieme è a monte. Pensando tutto all’origine, affondando le radici nel percorso intrapreso da Parmigiano Reggiano (CASIRAGHI GRECO& ne cura la comunicazione dal settembre 2019) , forte di un’awareness del 99,7% che vuole rispondere al perché. Oggi, infatti, come ci dice il direttore marketing del Consorzio Carlo Mangini: “I consumatori comprano il perché e il come lo fai, non più solo il prodotto”.

Di qui il ruolo di una marca conscia di essere parte del patrimonio culturale del nostro Paese con le responsabilità che il merito comporta. Non a caso, in questo progetto si leggono i punti del brand Manifesto che è patto con il consumatore rispetto a territorio, ambiente, comunità, benessere degli animali e alimentazione umana.  Tutti declinati nei sei spot che dopo l’esordio del film il 18 settembre alle ore 12 su Rai1 e della contestuale loro anteprima, saranno pianificati nelle diverse emittenti da ottobre a febbraio, mentre sarà sempre disponibile su RaiPlay la web serie.

Il tutto guardando all’estero, visto che il 45% della produzione del Parmigiano Reggiano viene esportato e deve essere raccontato perché se ne capisca e riconosca a priori il valore, nel 2022 la piattaforma di comunicazione ‘Gli Amigos’ sarà pure worldwide.

Ascolta l'intervista
Related articles

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy