Interactive

‘Cannes Lions 2021 –  Gaming Digest’, quando la pubblicità incontra il gaming alcune regole vanno messe in discussione. L’analisi di We Are Social

Il gaming sta rivoluzionando le regole del marketing, aprendo nuove opportunità per le strategie di comunicazione dei brand. È a questo fenomeno che è dedicato ‘Cannes Lions 2021 – Gaming Digest’, l’approfondimento di WE ARE SOCIAL che esplora e commenta le principali tendenze emerse durante l’edizione 2021 del Festival Internazionale della creatività Cannes Lions.

“L’incontro tra pubblicità e gaming non è una novità ma un terreno fertilissimo per i brand. Per cogliere le opportunità in questo mondo, bisogna però tenere in considerazione che alcune regole della comunicazione più tradizionale vengano messe in discussione. Nel nostro Digest ne abbiamo isolate alcune dai migliori lavori presentati ai Cannes Lions di quest’anno”, commenta nella nota Alessandro Sciarpelletti, Executive Creative Director We Are Social.

Ecco le principali tendenze prese in considerazione dal Digest

  • If you can’t, probably you can

Spesso idee non realizzabili nel mondo reale possono diventare invece possibili, ed efficaci, nei mondi virtuali, dove non bisogna tenere conto di determinate restrizioni e problemi produttivi.

  • The future of event is not an event

Se negli ultimi tempi gli eventi con migliaia di persone non sono stati possibili nel mondo reale, nell’altro mondo ci sono invece svariate opportunità che i brand possono esplorare per poter anche superare la realtà.

  • Facebook, Twitter and Instagram are not the only socials.

Le piattaforme gaming stanno diventando dei veri e propri social network perché consentono il contatto e l’interazione fra le persone, secondo una modalità di partecipazione attiva che può rappresentare un vantaggio per i brand.

  • Gaming is not just gaming

Al gaming non è associato solamente il divertimento fine a sé stesso: gli spazi virtuali, e il grande numero di persone coinvolte, possono essere occasioni per comunicare anche qualcosa di molto importante.

  • Not just for young people

Il mondo del gaming non attrae solamente la Gen Z,  ma un pubblico molto più ampio che include anche le altre generazioni, tra cui per esempio i loro genitori.

  • Promo? It’s a game too

Anche le comunicazioni più tattiche, all’interno del mondo del gaming, possono essere trasformate in esperienze di intrattenimento per le persone, risultando così rilevanti ed efficaci.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy