Youmark

A proposito di on e offline, soprattutto di inlife, il parere di Davide Sicolo, Senior Vice President, Corporate&Crisis Edelman. La contemporaneità radicalizza contenuti e approcci che vengono da lontano. Il Mito della Caverna di Platone insegna

Infosfera e iperstoria. Certamente siamo in un contesto diverso da quello di Gutenberg. Ma siamo poi tanto sicuri? Certo, è stato creato un mondo altro rispetto a quello reale, che non è parallelo ma entra dentro lo stesso mondo reale e lo modifica, tanto è vero che a volte facciamo un po’ fatica a distinguerli. Floridi, infatti, dice che siamo on life, a metà strada tra online e offline. Ma non mettiamo a fuoco che il mondo di Gutenberg e quello dell’on-life – allargherei anche al mondo di Platone e Aristotele – hanno una radice comune: il modo di pensare dell’Occidente che non è nato a caso in Ellade. Non per particolari condizioni socio-economiche ma per uno strumento particolare: la scrittura alfabetica linearizzata che ha permesso di pensare così come pensiamo, di categorizzare così come categorizziamo. Non è un caso che il logos sia nato in Grecia, così come la Storia (e non in Mesopotamia con la lingua dei Sumeri). Ma c’è un altro MA. Io penso (e scrivo) tutto questo perché sono iscritto e abito (in greco Ethos: interessante slittamento di significato) quel logos, quell’alfabeto. Così come penso e scrivo di online, offline, on-life, iper-storia, ecc. Questo inizio ci sfugge. Ma anche pensare e dire questo ‘questo inizio ci sfugge’ è segno dell’iscrizione nella scrittura alfabetica linearizzata. Sul discorso dell’originario che sfugge la fisica e la matematica si sono confrontate quasi in contemporanea: Heisenberg (Principio di Indeterminazione) e Godel (Principio di Indecidibilità dei teoremi). Ma il discorso ci porterebbe molto lontano.

In sintesi: stiamo radicalizzando contenuti e approcci che vengono da lontano. Quando parliamo di on line e off line, quando confondiamo reale e virtuale, non viene in mente il Mito della Caverna di Platone?

Davide Sicolo, Senior Vice President, Corporate&Crisis EDELMAN ITALIA.

Related articles

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy