Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne – 25 novembre 2021. Le artiste Silvia Levenson e Natalia Saurin presentano il progetto ‘Il luogo più pericoloso’ ATTO III, 2021. A cura di Antonella Mazza

Alcune funzionalità sono ridotte dalle tue preferenze!

Questo accade perché la funzionalità “Google Youtube” usa dei cookie che hai scelto di disabilitare. Per vedere il sito completo abilita i cookies: Modifica le tue preferenze.

L’opera ‘Il luogo più pericoloso’ consiste in piatti da cucina di uso quotidiano, in ceramica, decorati con frasi estrapolate dai media per minimizzare episodi di cronaca legati alla violenza o usate dal violento per motivare il suo gesto, che testimoniano la guerra troppo spesso consumata all’interno delle mura domestiche.

L’intento è far parlare di questa emergenza umanitaria e sottolineare la comunicazione distorta e misogina legata alla divulgazione delle notizie delle violenze, che colpevolizzano la vittima, causando un gravissimo equivoco culturale, tanto antico quanto diffuso ed attuale.

Il terzo atto del progetto ‘Il luogo più pericoloso’ è un video che verrà inserito, grazie al sostegno del Comune di Milano, nel palinsesto dei maxi impianti Urban Vision situati a Roma e a Milano, che il 25 Novembre trasmetteranno una campagna di denuncia contro la violenza sulle donne, da un’idea di Gianluca De Marchi in collaborazione con il Gruppo 25 Novembre e l’associazione Crisi Come Opportunità.

 

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy