Youmark

‘Pubblicitari allo spiedo’: Lorenzo Perrone. Lo ritenne un colpo di culo. L’incontro casuale con David Campbell-Harrys, si intende. Chissà perché, invece, l’adv gli riservò poi una serie di flop. Dalla polvere General alla campagna Veuve Clicquot, a PubliEtica. Ma come in ogni storia che si rispetti, anche questa è a lieto fine. Si chiama arte. Meglio, ‘Libri Bianchi’. E c’è pure l’amore

Alcune funzionalità sono ridotte dalle tue preferenze!

Questo accade perché la funzionalità “Google Youtube” usa dei cookie che hai scelto di disabilitare. Per vedere il sito completo abilita i cookies: Modifica le tue preferenze.

Nella quinta puntata 2020 di ‘Pubblicitari allo spiedo’, Lorenzo Perrone

Chi è Lorenzo Perrone
Nasce a Milano dove studia grafica e pittura alla “Scuola del Libro” dell’Umanitaria, alla Scuola di Pittura del “Castello Sforzesco” e la school of Visual Arts. Lavora per alcune agenzie di pubblicità per oltre quarant’anni in Italia e all’estero: Milano, Londra, New York, Milano.

Dal 2000 lavora ‘ossessivamente’ ai suoi LibriBianchi, libri veri salvati dal macero, che ingessati di bianco, diventano archetipo di Cultura e urlano in silenzio per essere letti altrimenti. Perrone racconta così nuove storie e lancia messaggi a volte disperati, altre volte di speranza, quasi sempre d’amore.

Dal 2015 affiancato dall’inseparabile Simona, moglie e collaboratrice, allarga la produzione includendo opere in bronzo patinato bianco e installazioni di grandi dimensioni. Vive e lavora a Milano. 

Related articles

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy