Youmark

OMG dialoga con Stefano Mancuso sulle intelligenze vegetali e su nuovi modelli per il nostro futuro ispirati alle piante

OMNICOM MEDIA GROUP apre la nuova decade 2020 con un incontro dedicato a clienti, partner, stampa e colleghi, all’insegna del cambio di prospettiva. L’evento Intelligenze vegetali: le piante come nuovo modello per il nostro futuro del 17 gennaio, organizzato presso lo spazio Mari&CÒ di Milano, prevede l’intervento di Stefano Mancuso, professore ordinario presso la Facoltà di Agraria dell’Università di Firenze e fondatore della Neurobiologia Vegetale.

Mancuso guiderà gli ospiti attraverso una esplorazione del mondo delle piante per trarne insegnamenti rispetto al nostro modo di organizzarci, di gestire le nostre relazioni e il nostro modo di comunicare. L’efficienza energetica, la creatività – intesa come capacità di risposta ai problemi – e la mancanza di strutture gerarchiche del mondo vegetale sono infatti alcune delle caratteristiche alla base dell’incredibile storia evolutiva e della vita delle piante da milioni di anni.

Sponsor dell’evento Ohga, testata digitale del gruppo editoriale Ciaopeople che si occupa di benessere, sostenibilità e health. L’esperienza della testata ha portato alla nascita di ‘Ohga et Labora’, rubrica che racconta nuove idee di business sostenibili, pensate da giovani doers che hanno voglia di cambiare le cose con azioni concrete. E’ previsto un intervento nel quale verrà raccontata una di queste storie: Wiseair, la startup che ha creato il vaso Arianna che monitora la qualità dell’aria e che coinvolge i cittadini come parte attiva del cambiamento. Intervengono Giorgio Mennella, Advertising Director di Ciaopeople, Simona Cardillo, direttore responsabile Ohga, e Fulvio Bambusi, cofondatore Wiseair.

Se è vero che intelligenza artificiale e prospettive digitali sono ciò a cui stiamo tendendo con velocità sempre maggiore è anche vero che le modalità con cui percorriamo questa strada non è detto che siano tutte efficaci in un’ottica di lungo termine. Omnicom Media Group, spiega una nota, ritiene che interrogarsi quindi su modelli alternativi di organizzazione, sviluppo, comunicazione, distribuzione della conoscenza e dell’informazione sia una responsabilità di tutti, in particolare di chi opera in contesti di mercato complessi e in continua evoluzione.

Marco Girelli, Ceo Omnicom Media Group Italia, dichiara: “In OMG, oltre a promuovere un ambiente dove le persone possano esprimere al meglio il proprio potenziale e collaborino in maniera sinergica, pensiamo sia importante anche immaginare insieme nuove soluzioni che abbiano un impatto sociale positivo. Non mi riferisco solo al concetto di sostenibilità come approccio “green”, che è comunque un dovere a cui tutti siamo chiamati e rispetto al quale in OMG stiamo attivando diverse iniziative interne – ma sostenibilità anche come cambio di mindset per immaginare nuovi mondi possibili, in cui le strutture organizzative siano più flessibili e modulari, i rapporti con clienti e fornitori più trasparenti e l’approccio verso le rivoluzioni tecnologiche che influenzano le nostre vite e il nostro lavoro siano orientati da punti di vista nuovi e perché no, anche bioispirati. Per questo motivo abbiamo trovato nel pensiero di Stefano Mancuso e nei valori espressi da Ohga degli interessanti elementi sui quali confrontarsi”.

 

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy