Youmark

Il 21 Novembre è la Giornata Mondiale della Televisione e le aziende tv di tutto il mondo la celebrano con uno spot. Perché ancora oggi fa la differenza

Alcune funzionalità sono ridotte dalle tue preferenze!

Questo accade perché la funzionalità “Google Youtube” usa dei cookie che hai scelto di disabilitare. Per vedere il sito completo abilita i cookies: Modifica le tue preferenze.

Le aziende televisive di tutto il mondo celebrano la Giornata Mondiale della Televisione il 21 novembre per ricordare che la televisione fa la differenza nella vita delle persone. Nell’ambito dell’iniziativa annuale delle Nazioni Unite, uno spot, dattato e tradotto in molte lingue, sarà trasmesso in tv e condiviso online. Per la sua 24a edizione, l’iniziativa celebra la differenza che fa la tv nella società.

“Mentre le circostanze ci hanno tenuti lontani quest’anno, la televisione ci ha fatto incontrare. La tv è ed è sempre stata un collante sociale. Guardando la televisione, le emittenti di tutto il mondo hanno reagito alle circostanze uniche in modo agile e con grande creatività per garantire che la tv fosse lì per tutti noi come fonte di informazioni affidabili, di distrazione confortante e di fuga tanto necessaria”, spiega nella nota Lindsey Clay, Presidente del Global TV Group e Ceo Thinkbox.

“Questa pandemia dimostra come mai prima d’ora il ruolo della televisione a sostegno della società e della democrazia. In questi mesi difficili, la televisione è lì per occuparsene. Curare l’attendibilità delle  notizie è una responsabilità editoriale. Curare l’intrattenimento per portare la luce nei momenti di oscurità. Curare la varietà e la diversità culturale nel panorama dei media. Nel complesso, la tv è e continuerà ad essere un vero faro di resistenza contro il Coronavirus”, precisa Guillaume de Posch, Presidente dell’Associazione della Televisione Commerciale in Europa.

Nell’anno in  corso la tv ha continuato a mantenere la sua lunga tradizione che è quella di affrontare le questioni critiche della nostra comunità globale. Ha portato la nostra attenzione sull’ingiustizia sociale, ha gettato una luce imparziale sulle disavventure della società ed ha aiutato ad alleviare la tensione di un’epoca senza precedenti, dandoci una prospettiva di speranza per il futuro. La Giornata Mondiale della Televisione è un’opportunità per tutti noi di rendere omaggio ai tanti professionisti che fanno diventare realtà la magia sullo schermo. Invitiamo tutti a celebrare ancora una volta il nostro mezzo di comunicazione in tutto il mondo”, commenta Laurent Bliaut, Presidente di egta e Vice Direttore Generale, Marketing e R&S, TF1 Publicité

“Ai tempi di Covid-19, la televisione non è mai stata così presente e importante. Le emittenti hanno la doppia responsabilità di informare e di mettere in contatto le persone, condividendo storie positive e verificate sulla ricostruzione di un ambiente migliore e più verde. Grazie all’industria televisiva per aver fatto la differenza”, conclude Caroline Petit, vicedirettore del Centro regionale d’informazione per l’Europa delle Nazioni Unite (UNRIC).

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy