Youmark

Le matrioske emblema della campagna della Nuova Lancia Ypsilon a firma Armando Testa. Le hanno volute Luca Napolitano e Olivier Francois per rappresentare il contingente: il distanziamento per la pandemia e il ‘guscio’ per vestire le convenzioni sociali, con l’identità umana che alla fine libera vince su tutto

Questa mattina, in un’ambientazione onirica sospesa tra sogno e realtà, tra passato e futuro, Luca Napolitano, nella nuova veste di Lancia Chief Executive Officer, ha presentato alla stampa nazionale la Nuova Lancia Ypsilon, che in 35 anni di storia, 4 generazioni e 35 serie speciali ha saputo essere sempre attuale, affermandosi come Fashion city car con più di tre milioni di unità vendute.

“Sin dal suo lancio nel 1985, Ypsilon (allora era la Y10) ha cambiato il segmento delle piccole cittadine che da quel momento non è stato più lo stesso”, ha commentato Napolitano. “È stata la prima e l’unica a portare qui stile, eleganza e contenuti da segmento superiore”. Ed è una storia che continua ancora oggi: in Italia è sul podio del segmento B dal 2011, nel 2019 e nel 2020 ha conquistato la leadership del segmento ed è anche la seconda auto più venduta del mercato in assoluto dopo Panda. Tutti ottimi motivi per sognare, perché il marchio Lancia ha segnato la storia dello stile e della tecnologia nel mondo dell’auto per più di 100 anni. E la storia continua con la Nuova Ypsilon, capace di incarnare alla perfezione l’eleganza, l’eccellenza italiana, la bellezza, la genialità, l’innovazione e lo stile senza tempo.

“Ero a cena con Olivier (Olivier Francois, Global Chief Marketing Officer di Stellantis, ndr) e stavamo parlando informalmente, della campagna per il lancio della Nuova Ypsilon”, ricorda Napolitano, “ed è stato lì che è emersa per la prima volta l’idea della matrioska, filo conduttore della campagna sviluppata da Armando Testa”. 

Ed è proprio alla libertà di movimento, e alla protezione garantita dal nuovo filtro abitacolo – in grado di trattenere particolato e allergeni – che aiuta a mantenere l’igiene dell’ambiente interno, che Lancia si è ispirata per lo spot di lancio curato da GRUPPO ARMANDO TESTA. Attraverso un linguaggio cinematografico che si ispira al mondo della moda, unitamente al tono unconventional tipico di Ypsilon, lo spot, che è on air da domenica 14 febbraio, celebra la Nuova Lancia Ypsilon come un’auto sempre al passo coi tempi, che ci invita a vivere liberamente.

Bambole matrioska contemporanee e alla moda, di dimensioni umane, si muovono per la città, mostrando solo le braccia che fuoriescono dal loro guscio e interpretando alcune situazioni di vita quotidiana urbana. Le matrioske rappresentano una doppia metafora: da un lato interpretano la distanza che la situazione attuale ci impone, dall’altro il guscio che ci siamo creati secondo le convenzioni sociali. Ma al passaggio della nuova city car di Lancia le bambole iniziano a sfilare la parte superiore del loro ‘guscio’, svelando completamente la loro identità umana. Le protagoniste ‘umane’ possono ora muoversi ed esprimersi liberamente, in sintonia con l’ambiente che le circonda. Allo stesso modo, anche alla guida della Nuova Ypsilon, che rappresenta quello spazio accogliente dove, attraverso una maggiore attenzione al benessere a bordo, possiamo muoverci liberamente, esprimendo la nostra vera essenza.

Alla campagna tv si accompagnano anche la radio e la campagna stampa, multisoggetto, per un pianificazione di tipo tradizionale, rivolta però anche ad aumentare la quota di acquirenti maschi, finora largamente minoritaria: “Il 75% degli acquirenti è donna”, ha sottolineato ancora Napolitano, “una peculiarità a cui non vogliamo rinunciare, ma solamente aprirci a una platea più estesa”.

Il planning della campagna e l’acquisto degli spazi sono gestiti da Starcom.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy