Youmark

Da evento a brand, il Festival del Cinema di Porretta Terme sceglie ancora Plural per la sua comunicazione social

Alcune funzionalità sono ridotte dalle tue preferenze!

Questo accade perché la funzionalità “Google Youtube” usa dei cookie che hai scelto di disabilitare. Per vedere il sito completo abilita i cookies: Modifica le tue preferenze.

Raccontare il festival, i suoi protagonisti e il valore crescente del cinema indipendente italiano.

Questa la missione di ​plural# che, per il quarto anno consecutivo, viene scelta dal ​Festival del Cinema di Porretta Terme come agenzia responsabile per i contenuti e l’immagine del brand sui social.

Numerose le iniziative programmate, dal lancio della prima edizione del ​Premio Elio Petri dedicato al cinema di denuncia sociale e politica, alla ​mostra fotografica dedicata a Gian Maria Volontè​. L’attore, scomparso venticinque anni fa, è celebrato anche come padrino di questa edizione del Festival del Cinema di Porretta Terme.

“​Un festival non è solo un evento. È un brand editoriale che può far cantare il proprio valore nei 365 giorni dell’anno. Con il Premio Elio Petri e la première alla Festa del Cinema di Roma, Il Festival del Cinema di Porretta Terme sta compiendo un bel percorso e siamo lusingati di aver contribuito a questa trasformazione​”, commenta nella nota Marco Diotallevi, Direttore Creativo e Founder​ ​Plural​.

Il Festival, nato nel 2002, è giunto alla ​XVIII edizione portando nella cittadina emiliano-romagnola registi internazionali come ​Giuseppe Tornatore​, ​Ferzan Özpetek e ​Ken Loach​, oltre a altri ospiti legati al mondo della settima arte. Quest’anno il premio alla carriera viene consegnato al cineasta ​Abel Ferrara​, ed è già stato annunciato come vincitore del Premio Elio Petri ‘​Il Traditore​’ di ​Marco Bellocchio scelto da una giuria presieduta da ​Walter Veltroni e composta da Giuliano Montaldo, Steve Della Casa, David Grieco, Giacomo Manzoli, Alfredo Rossi e la moglie di Elio Petri, Paola Pegoraro Petri.

“​Negli ultimi anni abbiamo trovato in Plural una realtà capace di anticipare e tradurre le nostre esigenze. Un partner che ha contribuito a definire la nostra identità social e aumentare la notorietà del festival”​, aggiunge Natalia Agostini, Vicepresidente di Porretta Cinema.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy