Youmark

Cinzia Pedrizzetti, regista: chi ha un dono, un talento, deve metterlo anche a servizio del sociale. Con ‘Silenzio’ racconto la pandemia con gli occhi dei bambini delle scuole. E se la comunicazione fa sistema una mostra diventa call to action. Perché insieme si può

Alcune funzionalità sono ridotte dalle tue preferenze!

Questo accade perché la funzionalità “Google Youtube” usa dei cookie che hai scelto di disabilitare. Per vedere il sito completo abilita i cookies: Modifica le tue preferenze.

Non ha dubbi Cinzia Pederizzetti, la regista, infatti, continua con ‘Silenzio’ il percorso pro cause sociali iniziato con ‘Una Ciocca per il Tibet’ , cui seguì

Possession , progetto realizzato con il Carcere di San Vittore per raccontare la detenzione al femminile e il recupero che parte dall’arte, e nel cassetto c’è già l’embrione del successivo.

Ascolta l'intervista

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy