Interactive

Un hotel virtuale in cui poter acquistare un brand reale, la partnership tra Azerion e BALR

Immaginate un hotel virtuale in cui poter acquistare un brand reale. Questo sogno si è avverato grazie alla partnership tra il marchio premium lifestyle olandese BALR. e il simulatore di vita e social game Hotel Hideaway di Azerion.

Si tratta del primo in-game store di marca dell’hotel virtuale e rappresenta un trend per i brand che desiderano entrare a far parte dell’esperienza piuttosto che affidarsi a pubblicità che spesso vengono percepite come invadenti. La campagna aggiunge sempre nuovi abiti e articoli per la casa all’esperienza di gioco. Le prime due settimane hanno visto il 25% di tutti i giocatori dell’Hotel Hideaway acquistare qualcosa nel negozio BALR, che equivale a un quarto di milione di articoli venduti.

In quel periodo, le scarpe da ginnastica bianche BALR. raggiunsero brevemente l’apice come l’oggetto più venduto all’interno del gioco. Complessivamente, i giocatori hanno indossato le scarpe da ginnastica per 250 milioni di secondi (quasi 8 anni) all’interno del gioco. Tutti gli articoli BALR. sono stati indossati per un tempo che ha raggiunto 1,5 miliardi di secondi (quasi 50 anni) in quelle prime due settimane.

“I giocatori apprezzano i brand che sono parte attiva del loro gioco”, afferma nella nota Nicolò Palestino, Country Manager Advertiser Solutions Italy di Azerion. “Hanno l’impressione che questo aggiunga valore e realismo all’esperienza e quindi rispondono in modo positivo”.

Il gioco simula l’esperienza di trovarsi in un hotel di alto livello; BALR. gestisce il negozio di moda dell’hotel. La partnership riflette i valori condivisi da BALR. e Azerion, entrambi alla costante ricerca di nuovi canali per raggiungere e coinvolgere una nuova audience.

Le ricerche di NewZoo dimostrano che i giocatori sono più ricettivi nei confronti dei brand e la metà di loro dichiara di avvalersi delle inserzioni pubblicitarie per tenersi aggiornata sui prodotti desiderati. I giocatori hanno anche il 23% di probabilità in più di influenzare i loro amici e familiari nell’acquisto.

“Siamo costantemente alla ricerca di nuovi metodi per aiutare i partner a coinvolgere gli utenti”, conclude Palestino. “È tecnicamente complesso integrare un negozio in un gioco, ma le ricompense sono enormi”.

Juul Manders, CEO di BALR. commenta: “Di solito i giocatori passano più di 25 minuti a sessione nell’Hotel Hideaway e ritornano regolarmente. Rendendo BALR. parte del gioco, otteniamo un’incredibile risposta da parte degli utenti. E poiché i giocatori amano questa esperienza, la raccontano ai loro amici e il messaggio del brand BALR. va ben oltre il gioco”.

 

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy