Interactive

TikTok ha lanciato il proprio Marketing Partner Program, per la gestione delle campagne, lo sviluppo della creatività, gli effetti brandizzati e la misurazione

La competizione commerciale si inasprisce, con mosse a sorpresa che rimettono in gioco senza preavviso quanto fatto finora. Se infatti sembrava quasi fatta la cessione a Microsoft e a Walmart di TikTok USA (che include anche il Canada, l’Australia e la Nuova Zelanda), l’ultima mossa di Pechino che ha imposto il suo gradimento preventivo a ogni cessione di tecnologia ad aziende straniere, ha rimescolato la carte. A proposito, ma l’Europa che cosa fa? È sufficiente la dichiarazione di ByteDance di non avere legami con il governo cinese per tranquillizzare tutti? I dati dei consumatori europei sono al sicuro? Mistero. Ma questa è un’altra storia, che potrebbe incrociarsi con il futuro cloud firmato UE. Si attendono novità al riguardo.

Nelle more delle trattativa che si sviluppano, sono bloccate, rinviate, annullate, e di amministratori delegati (l’americano Kevin Mayer, ex uomo Disney per i contenuti) che abbandonano l’azienda dopo qualche mese per fumose ragioni strategiche (o politiche?), ByteDance prosegue con i suoi piani di sviluppo: ha appena lanciato un Marketing Partner Program, sull’onda di quanto già fatto dagli altri grandi social network. Grazie a questo programma, per gli inserzionisti dell’app sarà possibile entrare in contatto con società tecnologiche certificate da TikTok come partner qualificati per la gestione e la misurazione delle campagne pubblicitarie sui suoi spazi.

Un importante passo per l’app cinese, che indica il livello di maturità raggiunto dalla sua offerta pubblicitaria: lanciare un programma di partner certificati è anche un modo per attirare nuovi inserzionisti (soprattutto in un momento in cui i futuri sviluppi del social appaiono così incerti), facendo leva sulla presenza di fornitori specializzati e affidabili.

Nel programma sono già presenti 19 società, suddivise in quattro categorie: gestione delle campagne, sviluppo della creatività, effetti brandizzati e misurazioni. Nel primo gruppo sono presenti le società Bidalgo, Bildshake, Sprinklr, WinClap e MakeMeReach; nel secondo QuickFrame, Shuttlerock, VidMob, Vidsy e Cohley; nel terzo, quello relativo agli effetti brandizzati, Bare Tree Media, Byte, Happy Finish, IgniteXR, Poplar Studio, Subvrsive, Tommy e Unit9; nel quarto gruppo, infine, per le misurazioni, il partner è Kantar.

Il Marketing Partner Program fa parte di TikTok for Business, la piattaforma unica che riunisce tutti i prodotti pubblicitari di TikTok, lanciata lo scorso giugno.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy