Interactive

TikTok For Business presenta l’offerta commerciale: i brand di successo non fanno pubblicità su TikTok ma connettono, ispirano e co-creano. E ora non chiamatelo semplicemente ‘social media’

Adriano Accardo, Managing Director TikTok Global Business Solutions, Southern Europe

TikTok For Busines è il marchio che identifica la piattaforma globale che ospita tutte le soluzioni di marketing attuali e future per i brand, pensate per offrire gli strumenti per creare storytelling creativi, in grado di ingaggiare la community di TikTok con il loro messaggio.

Nato dal desiderio di coniugare la creatività e la positività della piattaforma con soluzioni ideate per le aziende e per la loro crescita insieme alla community, TikTok For Business vuol essere un differente modo di fare annunci pubblicitari: un’opportunità interamente nuova di creare contenuti che parlano alle persone, invitando la community a unirsi alla conversazione e ‘a fare un TikTok’ che rispecchia la mission e lo spirito della piattaforma.

“TikTok For Business offre una soluzione innovativa ai professionisti del marketing, proponendo una modalità originale per connettersi in maniera autentica con il proprio pubblico ed essere parte della cultura contemporanea. Un tema di cui si è ampliamente discusso nel settore e TikTok lo rende finalmente possibile”, commenta Adriano Accardo, Managing Director, TikTok Global Business Solutions, Southern Europe. “I brand di successo su TikTok non fanno pubblicità ma connettono, inspirano, co-creano e soprattutto intrattengono il loro pubblico. Le aziende dunque, devono ripensare al concetto di creatività, coniugandolo con l’essere autentici e reali”.

A oggi l’unico elemento di monetizzazione di TikTok è l’advertising e i formati pubblicitari si presentano in forma quasi ‘nativa’ all’interno della piattaforma”, continua Accardo. “Abbiamo 5 formati e 2 modalità di acquisto, in reservation o attraverso una piattaforma di self service, che abbiamo lanciato con il nome di TikTok Ads, che permette alle aziende e alle agenzie di acquistare in maniera autonoma”.

I 5 formati pensati per aiutare i brand a inserirsi naturalmente nell’esperienza di TikTok

  • TopView – Dalla durata di 24 ore, è l’opzione video full screen per catturare l’attenzione degli utenti al momento dell’accesso sulla piattaforma.  È il formato ideale per il lancio di nuovi prodotti ma anche per presidiare degli appuntamenti e delle date importanti. Dal punto di vista dell’utente questo è lo ‘spot pubblicitario’ per eccellenza perchè è il primo video che l’utente vede quando entra nella piattaforma. Ha il suono attivo e può durare fino a 60 secondi.
  • TopView Lite Con le medesime caratteristiche del TopView, è l’unico format sound-off da 3-5 secondi.
  • In-Feed ADS Pensato per raggiungere gli utenti nel loro feed personalizzato ‘Per Te’, il format video si inserisce in modo naturale tra i contenuti user generated. Si tratta di un annuncio che viene presentato mentre l’utente scrolla tra un video e l’altro. Anche questo formato si presenta in maniera nativa, 100% sov (share of voice) e risponde a ogni obiettivo di marketing offrendo una capacità molto sofisticata di deep linking ma anche di tag.
  • Branded Hashtag Challenge La soluzione più celebre, dalla durata di sei giorni e multi-market, per coinvolgere la community creando un movimento virale. Questo annuncio permette la massima partecipazione e trasforma l’utente in un brand ambassador e la marca in un ‘love’ brand.
  • Branded Hashtag Challenge PLUS – La visibilità di una Hashtag Challenge sponsorizzata con l’aggiunta dell’esperienza d’acquisto in-app per promuovere le vendite.
  • Branded Effect – Qui l’utente ‘gioca’ con gli elementi del brand, questi effetti speciali possono presentarsi in 2D, 3D e Augmented Reality su misura e brandizzati per generare brand awareness e engagement a livello internazionale. Molto spesso i brand in Italia utilizzano questo formato in partecipazione con l’Hashtag Challenge.

“Tutti i formati visti finora sono acquistabili in reservation – aggiunge Accardo – ma per il formato In-Feed Ads c’è la possibilità di acquistare in autonomia tramite la piattaforma TikTok Ads. In questo modo, con delle barriere d’entrata molto basse, brand e agenzie possono utilizzare la piattaforma per acquistare prodotti in-feed, raggiungendo così tutti i loro obiettivi di marketing”.

I brand che hanno raggiunto più successo sono quelli che hanno capito il linguaggio di TikTok

Per i brand, ormai diventati una componente essenziale dell’esperienza su TikTok, sia con il lancio di nuovi trend sia connettendo gli utenti e sensibilizzando su iniziative di servizio pubblico di grande rilevanza, il coinvolgimento dei creator è un elemento cruciale per veicolare correttamente e in maniera autentica il loro messaggio.

“I creator sono la linfa vitale di TikTok per diversi motivi”, conclude Accardo. “Promuovono la diversità e aiutano a stabilire nuove tendenze, non si limitano a produrre contenuti brevi ma, poiché conoscono moltobene il linguaggio sono perfetti per forme di product placement e sono parte attiva della community aiutandosi l’un l’altro. Tutto ciò fa si che TikTok abbia un engagement senza rivali. Secondo lo studio ‘Influencer Marketing Hub 2019’ tale engagement è fino a 4 volte superiore rispetto a tutte le altre piattaforme”.

Per i brand che vogliono entrare in piattaforma con il linguaggio di TikTok, oltre ai formati adv disponibili, a partire da fine aprile 2020, in versione Beta, è disponibile, su invito, il TikTok Creator Marketplace: una piattaforma che permette a brand, agenzie e professionisti del marketing di incontrare e mettersi in contatto con i creator più adatti di TikTok per la loro campagna attraverso uno studio approfondito dei dati e un percorso semplice per entrare in collaborazione con loro.

Infine, più recentemente, è stato annunciato il Marketing Partner Program per offrire un puntuale quadro ai brand di come procede la campagna pubblicitaria, dentro e fuori TikTok, offrendo i migliori strumenti per la misurazione dei risultati finali. La funzionalità vanta il supporto di 19 partner certificati in varie aree di competenza – tra cui: gestione, sviluppo creativo, effetti e misurazione – e ha il compito di espandere ulteriormente le potenzialità pubblicitarie della piattaforma, massimizzando le opportunità dei brand che decidono di utilizzarla.

Gli esempi brillanti che promuovono l’autenticità, la creatività e l’espressività sono numerosi e riguardano svariati settori: dal fashion all’automotive, dal beauty all’intrattenimento, comprendendo anche le vendite al dettaglio e le telecomunicazioni. Tra i tanti solo in Europa: Furla, Goleador, Vodafone, Amazon Prime Video, Yves Rocher.

La Branded Hashtag Challenge di Furla

 

Furla, ad esempio, ha scelto di condurre una Branded Hashtag Challenge, un formato pubblicitario perfetto per offrire il giusto equilibrio tra esposizione di massa e coinvolgimento della community. Per questa campagna, il brand ha creato la sfida #FurlaDance: gli utenti erano chiamati a replicare i passi di danza su una colonna sonora accattivante e realizzata su misura. Realizzati da Creator affermati con un seguito combinato di oltre 7,5 milioni di follower (@marta.losito, @valevedovatti, @ceciliacantarano e @ ambra.cotti), i video ufficiali della sfida erano colorati, divertenti da replicare ed eleganti da guardare – perfetti rappresentanti di molti dei valori di Furla. Anche la popolarissima web star Elisa Maino (@majno), seguita da oltre 5 milioni di follower su TikTok, ha collaborato per lanciare la challenge stimolando così, la creatività dei suoi numerosi seguaci e degli utenti.

La campagna ha creato un momento virale condiviso sia dal brand sia dai fan, generando più di 124 milioni di visualizzazioni provenienti da oltre 127.000 video, e mostrando ancora una volta lo spirito creativo della community di TikTok.

L’annuncio TopView di Furla ha generato oltre 13 milioni di impression, superando tutte le aspettative. Il tasso di coinvolgimento complessivo della campagna è stato del 12,96%.

Il valore per i brand dei contenuti creati dagli utenti (user-generated content, UGC), in particolare per quanto riguarda le Hashtag Challenge, è oggetto del report ‘The Power of TikTok’, pubblicato oggi e realizzato basandosi sull’analisi di Kantar, società tra i leader mondiali nelle ricerche di mercato ad hoc. Per saperne di più leggete qui il nostro articolo di approfondimento.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy