Interactive

Più digitale per La Fabbrica. Rafforzate le competenze proprietarie nell’educational engagement e nella gamification grazie al consolidamento al 70% di MelaZeta

Daniele Tranchini, Ad La Fabbrica

La Fabbrica, gruppo indipendente attivo nell’ideazione e nello sviluppo di percorsi di comunicazione educativa e formativa e parte del Gruppo Holding Industriale, annuncia il consolidamento della partecipazione in MelaZeta, digital agency fondata nel 1998 e forte di competenze in ambito educational engagement e gamification, controllata ora al 70%.

L’operazione, che segue il primo ingresso al 40% nel capitale dell’agenzia nel dicembre 2017, conferma la volontà del gruppo di continuare a investire, dopo un recente rafforzamento manageriale interno, nell’elemento digitale quale asset strategico e trasversale per tutta la propria offerta, anche per approfondire un dialogo diretto, e non solo mediato dalla scuola e dai docenti, con il target delle nuove generazioni.

Daniele Tranchini, AD di La Fabbrica, commenta tra l’altro nella nota: “L’acquisizione di MelaZeta conferma la nostra volontà di investire nel digitale, che è diventato uno degli assi principali della nostra proposta educativa…Questa ulteriore integrazione fra La Fabbrica e MelaZeta conferma il percorso di innovazione dei nostri strumenti e della nostra capacità di sviluppo di contenuti, per essere in grado di offrire ai giovani percorsi di apprendimento sempre più ingaggianti, attraverso linguaggi e strumenti per loro rilevanti e accattivanti.  Inoltre, crediamo che questo percorso possa rappresentare un contributo concreto alla nuova didattica, che oramai sempre più vede nel digitale un elemento fondamentale di insegnamento”.

Grazie alla collaborazione fra La Fabbrica e Melazeta, oltre l’80% dei progetti ha una componente digitale rilevante. In particolare, tra le iniziative realizzate da La Fabbrica per promuovere l’impegno sociale dei propri clienti, vi sono l’iniziativa Igiene Insieme, per Reckitt Benckiser, volta a promuovere una corretta igiene nelle scuole d’infanzia e primarie; Domande Scomode, per il gruppo Fater che affronta gli stereotipi di genere tra i giovani; Di’ di No, per Diageo, che sensibilizza gli studenti delle scuole secondarie sul tema del consumo responsabile di bevande alcoliche; Campioni di benessere, creato per Lidl, sensibilizza bambini e genitori a uno stile di vita sano; PerCorsi Young, per Findomestic Banca, progetto di educazione che comprende un sito dedicato, con video, quiz e giochi di simulazione online; le opportunità e i rischi del digitale sono invece il focus di NeoConnessi, sviluppato per WindTre.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy