Interactive

Natale 2021, la GenZ guida la ripresa. La ricerca Christmas Pulse di Teads rivela le previsioni in tema di shopping online, attività in presenza e viaggi degli italiani

TEADS, The Global Media Platform rilascia ufficialmente i risultati della ricerca Christmas Pulse che traccia un quadro su come il digitale e le nuove tecnologie stanno trasformando il profilo del consumatore italiano post pandemia. Nuova e consolidata fiducia nel digitale come primo canale di acquisto e l’unico nel 21% dei casi, propensione nella programmazione di viaggi per il  37% dei rispondenti, ripresa delle attività in presenza per 3 italiani su 5, aumento del potere di spesa dopo il periodo di lockdown: queste le principali direzioni che gli italiani stanno prendendo in vista del Natale 2021.

Lo studio survey, condotto nel periodo estivo e distribuito all’interno delle ad unit proprietarie di Teads, è stato sottoposto a più di 550 lettori italiani, suddivisi in tre gruppi demografici chiave GenX, GenY e GenZ. Dalle evidenze emerge come sia la Generazione Z, i cosiddetti nativi digitali, a fare da apripista trainando la ripresa.

Il 71% degli italiani intervistati ha dichiarato di avere già in programma di acquistare i regali di Natale. Il 45% prevede di acquistare sia online sia in negozio mentre il 21% privilegerà l’online all’acquisto in store, modalità prediletta dalla Gen X. La fascia generazionale che sarà più attiva è la Generazione Z: 4 consumatori su 5 si dichiarano più inclini a fare acquisti per i regali di Natale e insieme ai Millennial sono intenzionati ad effettuare gli acquisti prevalentemente online.

Anche le attività in presenza iniziano a risvegliare l’interesse della popolazione italiana. Questo Natale 3 italiani su 5 dichiarano di volerlo passare in presenza della propria famiglia. La Gen Z è quella che dimostra maggior apertura in questo senso: 1 consumatore su 4 spera di estendere la propria lista di invitati rispetto a quanto fatto per il Natale 2020.

I consumatori italiani hanno voglia di tornare a viaggiare. In Italia è il 37% dei rispondenti a dichiararsi intenzionato a viaggiare per Natale. Anche se il turismo di prossimità resta la tipologia di spostamento privilegiata dagli italiani (2 consumatori su 5), l’estero guadagna sempre più interesse, soprattutto per la  Generazione Z, il 15% è favorevole a spostarsi al di fuori dei confini italiani già questo Natale 2021.

Antonella La Carpia, VP Global Marketing di Teads dichiara nella nota: “L’emergenza sanitaria ha innescato una crescita esponenziale del digitale, spostando online quasi tutti i settori dell’economia e impattando positivamente sulla fiducia dei consumatori nell’online. Le intenzioni e propensioni a effettuare acquisti per il periodo natalizio si concentrano sul digitale come canale privilegiato. Con ciò nascono anche nuove opportunità per i marchi che vogliono riprendersi da 18 mesi estremamente difficili”.

Per scaricare l’intero report del Teads Christmas Pulse, clicca a questo link.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy