Interactive

Musk si ritira dall’accordo per l’acquisto di Twitter, il social media chiede il rispetto della condizioni stabilite. Una gigantesca battaglia legale si profila nel Delaware…

Elon Musk ha comunicato pubblicamente a Twitter la sua intenzione di rescindere l’accordo per l’acquisto del social media per 44 miliardi di dollari, accusandolo di aver divulgato informazioni ‘sbagliate e fuorvianti’ sul numero di account, asseritamente ritenuti falsi e spam.

Il tentativo di Musk di ritirarsi dall’accordo pone le basi per una battaglia legale ad alto rischio tra il miliardario CEO di Tesla e di Space X e la piattaforma di social media. Il presidente di Twitter, Bret Taylor, ha risposto immediatamente alla comunicazione effettuata alla SEC da parte di Musk, affermando che il consiglio di amministrazione del social era già “impegnato a chiudere la transazione al prezzo e alle condizioni concordate con Musk” e che avrebbe di conseguenza intrapreso azioni legali per far rispettare l’accordo. “Siamo fiduciosi di prevalere nei tribunali del Delaware”, ha aggiunto Taylor, riferendosi allo Stato sede di Twitter per le controversie commerciali.

In un documento depositato venerdì, gli avvocati del Ceo di Tesla hanno affermato che Twitter ha “violato in modo sostanziale diverse disposizioni” dell’accordo di vendita e “sembra aver fatto dichiarazioni false e fuorvianti”. Secondo l’analisi preliminare dei consulenti di Musk, il numero di account spam e falsi sulla piattaforma era “enormemente più alto” del 5% stimato da Twitter. Separatamente, secondo la documentazione, Musk sta valutando anche se le “prospettive commerciali in declino” e il peggioramento delle prospettive finanziarie di Twitter rappresentino una ulteriore violazione dell’accordo.

Il documento accusa inoltre Twitter di non aver rispettato l’obbligo di “condurre la propria attività solamente nei limiti dell’ordinario” dopo che l’amministratore delegato Parag Agrawal ha imposto un blocco delle assunzioni, ha licenziato due membri senior del personale dirigente, e questa settimana ha annunciato che la società stava dismettendo un terzo del suo team di talent acquisition.

Le azioni di Twitter sono scese di quasi il 5% nelle contrattazioni after-hours, dopo che la comunicazione di Musk si era diffusa. Il corso azionario, già ben al di sotto dei 54,20 dollari fissato da Musk per l’acquisto, era passato dai 36,81 dollari della chiusura di venerdì a poco più di 35 dollari in serata, rafforzando l’ipotesi che le pressioni di Musk andassero in direzione di una rinegoziazione complessiva della transazione.

Che la ‘battaglia’ abbia inizio…

Related articles