Interactive

Hoopygang chiude il 2023 con ricavi in crescita del 58% a quota 4,3 milioni di euro. Espansione sul mercato locale e internazionale e sviluppo in ambito tecnologico tra gli obiettivi 2024

Simone Pepino, CEO Hoopygang
Simone Pepino, CEO Hoopygang

Hoopygang, agenzia italiana di influencer marketing, annuncia di aver chiuso il 2023 con un incremento dei ricavi del 58% per 4,3 milioni di euro, a dimostrazione della reputazione consolidata dell’agenzia sul mercato dell’influencer marketing. A incidere sul fatturato sono stati soprattutto comparti come Food, Beauty, Pharma, Travel, Finance ed Ecommerce. Il target per le revenue 2024 si attesta a +36%. Per quest’anno, l’obiettivo è rafforzare ulteriormente la presenza dell’azienda nel settore anche attraverso un progetto di espansione sul mercato locale e internazionale.

“Il 2023 è stato un anno cruciale nel percorso di crescita dell’agenzia”, commenta nella nota Simone Pepino, Ceo di Hoopygang. “Non solo per i risultati ottenuti, ma anche per la chiusura di un’operazione di aumento di capitale da 1,25 milioni di euro che ci mette nelle condizioni di investire in nuovi prodotti, in risorse umane e in tecnologia, potenziando il nostro posizionamento anche rispetto alla concorrenza”.

L’investimento ricevuto a settembre 2023 sarà interamente dedicato allo sviluppo della strategia aziendale, in termini di ampliamento della fetta di mercato e del portafoglio clienti, ma anche l’ulteriore consolidamento dell’area Talent. Proprio in quest’ambito Hoopygang ha da poco lanciato la piattaforma CreatorsArea, con l’obiettivo di dare agli influencer uno strumento per monitorare sempre meglio le performance e gestire le proprie campagne in modo semplice e immediato.

“La tecnologia è stata da sempre al centro dello sviluppo di Hoopygang”, continua Pepino. “In questo senso CreatorsArea rappresenta solo un tassello in più di una storia aziendale votata proprio alla creazione di soluzioni avanzate in grado di facilitare e ottimizzare il lavoro umano, sia lato agenzia, sia lato talent e brand”.

Per il futuro sarà impegnata a dialogare con il mercato in tema di trasparenza e regolamentazione dopo il caso Ferragni e le nuove linee guida AgCom.

“Siamo sempre stati impegnati per promuovere la piena trasparenza del settore e sono convinto che qualsiasi azione in grado di rispondere a questo obiettivo sia benvenuta. Mi auguro che nei prossimi mesi ci sia massimo coinvolgimento di tutti gli operatori del settore, dai buyer fino alle agenzie specializzate come Hoopygang e ai talent”.