Interactive

Gruppo DigiTouch si candida a diventare un ‘Polo Digitale aggregante’. Con 9 acquisizioni e più di 300 professionisti l’azienda si appresta a proseguire la crescita anche per vie non organiche

Simone Ranucci Brandimarte, Presidente Gruppo DigiTouch

GRUPPO DIGITOUCH alla luce della dinamicità mostrata dal mercato in termini di propensione e investimenti sul digitale e con l’obiettivo di tenere alto il proprio livello di competitività, conferma l’approccio M&A e prevede di consolidare la propria massa critica attraverso fusioni e acquisizioni nell’ambito della filiera Mar-Tech.

L’aumento del numero di gare pubbliche e private in ambito Digital Marketing e Digital Transformation è uno degli effetti positivi che il Covid-19 ha avuto sul mercato. Nel terzo trimestre del 2020 queste gare sono risultate superiori del 30% rispetto allo stesso periodo del 2019. Tale valore mostra un incremento netto rispetto all’anno precedente e risente solo in parte del fatto che il secondo trimestre 2020 abbia visto un decremento del 10% in valore complessivo anno su anno.

La crescita dell’attuale trimestre ben rappresenta la risposta del paese a una più veloce digitalizzazione, funzionale a un miglioramento delle performance e alla soddisfazione della nuova domanda del consumatore. Si tratta di un incremento in linea con l’auspicio del Ministero dello Sviluppo Economico di crescita degli investimenti sul Digitale sia da parte di aziende pubbliche che private.

Un ulteriore trend emergente riguarda il consolidamento del mercato e la relativa creazione di Poli aggreganti, ovvero di aziende che aumentano la propria massa critica e l’ampiezza della loro offerta. Questo trend risulta particolarmente evidente nell’ambito dei fornitori di servizi digitali.

Gruppo DigiTouch si candida a essere uno di questi ‘Poli Digitali aggreganti’, in grado di supportare i clienti end-to-end e di offrire un panel completo di servizi tecnologici. Con già 9 acquisizioni all’attivo e più di 300 professionisti si appresta a proseguire la crescita anche per vie non organiche.

Gruppo DigiTouch rimane fortemente acquisitivo e orientato da un lato a player di dimensioni medio piccole, che permettano di completare l’offerta e dall’altro a player di dimensioni medio grandi, che consentano al Gruppo di aumentare le dimensioni.

“Siamo soddisfatti dell’accelerazione che sta avendo il mercato digitale e vediamo con grande positività il trend di consolidamento. Con la volontà di affermarci come Polo Digitale aggregante, confermiamo l’approccio acquisitivo e stiamo valutando ancora altre acquisizioni per l’ampliamento del portafoglio prodotti da realizzarsi nel breve periodo. Siamo molto confidenti sullo sviluppo del mercato digitale, data anche l’arretratezza del Sistema Italia che emerge dal documento ‘Digital Economy and Society Index 2020‘. Questa arretratezza rappresenta un’opportunità per chi opera nel settore ma anche una missione, che ci apprestiamo a compiere, dispiegando forze e talenti. Complessivamente riteniamo che il 2020 possa essere considerato un buon anno per chi fornisce Servizi Digitali alle aziende, o almeno per la nostra azienda è così “, afferma nella nota Simone Ranucci Brandimarte, Presidente, Gruppo DigiTouch.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy