Interactive

Gaming ed eSport, un mercato globale da 155 miliardi di dollari. Dal cloud gaming all’extended reality, le strategie per raggiungere un audience in crescita costante

L’impossibilità di partecipare a eventi fisici e di intrattenimento ha permesso al gaming di registrare nel 2020 una crescita senza paragoni: l’industry ha attratto 12 milioni di nuovi giocatori, con un incremento in Europa del 7% rispetto al 2019. Nel mondo, questo mercato oggi vale 155 miliardi di dollari, e offre l’enorme opportunità ai brand di raggiungere e ingaggiare i giocatori sulle diverse piattaforme: console, PC e mobile.

Per aiutare i brand a connettersi con la crescente comunità dei gamer, Verizon Media ha organizzato questa mattina il webinarLevel Up Your Brand‘, in cui esperti dell’azienda hanno ripercorso, attraverso insight e analisi, le tappe della crescita e dello sviluppo del settore del gaming e degli eSport e hanno condiviso le best practice per raggiungere questo pubblico in crescita.

Ospite d’eccezione, Esteban Ocon, pilota del team Renault, che ha raccontato come gli eSport abbiano permesso al team di continuare a competere anche durante la cancellazione delle gare di Formula 1 a causa delle restrizioni portate dalla pandemia, e di come l’eRacing, a livello mentale, si sia rivelato di fatto più impegnativo di una competizione in pista.

“Il gaming è in crescita da diversi anni, ma la pandemia ha accelerato la sua espansione a livelli mai visti prima. Attraverso le nostre soluzioni, siamo in grado di raggiungere una porzione significativa di giocatori in tutta l’area EMEA e sappiamo come creare strategie di engagement a loro dedicate”, ha affermato Monica Majumdar, Head of Strategy di Verizon Media.

Come dimostrato dal numero in continua crescita di giocatori, il gaming è un’attività sempre più accessibile, grazie all’innovazione: il cross-platform gaming, per esempio, permette agli utenti di giocare insieme indipendentemente dalla piattaforma e dal dispositivo; il cloud gaming offre la possibilità di giocare ovunque, con esperienze di altissima qualità anche se giocate da un dispositivo mobile. Con la crescita della connettività 5G, il gaming continuerà a esplodere: grazie al lancio di nuovi dispositivi, le persone potranno giocare insieme da qualsiasi luogo e su qualsiasi device.

Il cloud gaming e la connettività costante, così come le nuove capacità di produzione fornite dall’extended reality, trasformeranno l’esperienza di gioco, creando esperienze immersive migliori capaci di rivoluzionare il settore. Queste nuove possibilità, in continua evoluzione, forniscono ai brand l’opportunità unica di creare contenuti ed esperienze significative su ampia scala, utilizzando soluzioni pubblicitarie in-gaming, gamification all’interno dei formati pubblicitari, eSport ed esperienze interattive su console come Xbox.

Grazie agli editori e alle piattaforme disponibili nel proprio portfolio, Verizon Media raggiunge oltre 92 milioni di gamer, circa il 60% dell’audience gaming in tutta l’area EMEA. Attraverso il set unico di dati di prima parte, l’azienda è in grado di aiutare i brand a sviluppare una conoscenza profonda dell’audience di riferimento: chi sono i gamer, dove possono essere raggiunti e, soprattutto, come le aziende possono creare connessioni significative con loro.

“Grazie ai nostri insight e al nostro know-how, possiamo aiutare i brand a realizzare strategie più efficaci, creando contenuti di livello superiore ed esperienze pubblicitarie su ampia scala”, conclude Christina Lundari, Managing Director di Verizon Media per l’Italia. “Diverse sono le soluzioni innovative a disposizione dei brand per avvicinarsi a questa audience e trarre beneficio dall’ambiente del gaming: dall’AR, alle nuove tecniche di produzione virtuale per connettersi con il pubblico degli eSport, alla nuova inventory DSP per raggiungere sempre più giocatori”.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy