Interactive

Beintoo presenta le Predictive Audiences, cluster per la pianificazione media data-driven in grado di prevedere i comportamenti dei consumatori

Lo scorso 10 Dicembre BEINTOO ha presentato ufficialmente, dopo l’anteprima allo IAB Forum, le Predictive Audiences. In un webinar dedicato, Marilena Pellegrini, CRO Beintoo, e Marina Fedrighelli, Country Manager Italy Beintoo, hanno condotto un accattivante viaggio alla ricerca del ‘dato giusto’ che crea un ponte tra passato, presente e futuro, consentendo alla società di realizzare modelli matematici predittivi.

Sono proprio questi ultimi, infatti, insieme alle ormai note tecnologie di location intelligence, le fondamenta delle nuove Audiences.

“Per costruire i modelli matematici mappiamo il territorio, tramite una griglia di esagoni che ci consente di arrivare fino ad una profondità di 50 mt, rileviamo il segnale gps degli smartphone e analizziamo i dati relativi agli spostamenti, alle routine abituali e occasionali e ai POIs visitati, al fine di evidenziare alcuni pattern ripetuti, comuni a gruppi di utenti”,  spiega nella nota Marilena Pellegrini.

I pattern osservati e descritti dal modello, uniti al machine learning, consentono dunque di creare previsioni su gruppi con determinate routine, e di estenderle su altri con comportamenti simili.

“Da un’analisi del 2019 sul settore GDO è emerso, ad esempio, che nella città di Milano nei giorni feriali c’è una predisposizione alla cosiddetta spesa formato cestello in fascia serale e vicino alla sede di lavoro. Gli utenti che hanno manifestato questo comportamento dunque potrebbero essere ingaggiati dai brand o dalle insegne della GDO, tramite una campagna di mobile advertising, in un momento ad alto potenziale di ricettività (opportunity window o free time moments) e invogliati a effettuare una visita presso un determinato store, o a comprare un determinato prodotto in target”, aggiunge Marina Fedrighelli.

L’applicazione di questo modello di Audiences è molto versatile e riesce ad abbracciare trasversalmente molti settori tra cui Automotive, Apparel, Gas Station e molti altri, offrendo la possibilità di creare strategie di pianificazione in grado di anticipare i tempi e di offrire un grosso vantaggio competitivo sul mercato.

In conclusione, la società, volgendo lo sguardo al vicino 2021, ha dichiarato che continuerà a potenziare l’efficacia delle Predictive Audiences anche grazie all’arricchimento con dati di seconda e terza parte e creatività sempre più adatte ai micro-target.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy