Interactive

Annunciata l’acquisizione di Voxnest (e Spreaker) da parte di iHeartMedia, primo podacast publisher a livello globale

iHeartMedia, società che controlla oltre 850 emittenti radio in America nonché primo editore di podcast a livello globale, ha annunciato venerdì di aver stipulato un accordo per acquisire Voxnest, il principale marketplace per i podcast e  fornitore di podcast anlytics, strumenti di corporate publishing, integrazione programmatica e pubblicazione di annunci mirati (oltre a essere la casa-madre di Spreaker, piattaforma per la pubblicazione indipendente di podcast).

Con questa acquisizione, iHeartMedia, attraverso Voxnest, sarà ora in grado di fornire agli inserzionisti un inventario aggiuntivo selezionabile su larga scala, consentendo la monetizzazione efficace ed efficiente su una vasta gamma di podcast. Questo inventario aggiuntivo aumenterà la monetizzazione dell’intera gamma di podcast di iHeartMedia e farà progredire il mercato dei podcast sia per gli acquirenti sia per i venditori.

iHeartMedia sarà anche in grado di promuovere una maggiore monetizzazione per i creatori di contenuti podcast – ovunque pubblichino attualmente i loro programmi – collegando la tecnologia avanzata di Voxnest con più piattaforme di pubblicazione in tutto il comparto.

Le funzionalità aggiuntive della tecnologia pubblicitaria di Voxnest includono infatti l’inserimento di annunci dinamici e la selezione di audience sulla base di dati demografici, geografici, tipi di dispositivi e (ovviamente) interessi.
In più è da aggiungere l’acquisto in programmatic di podcast su tutte le piattaforme audio fornendo le tecnologie necessarie per abilitare tutti gli scambi in programmatic audio, nonché una piattaforma completa di podcast analytics.

“L’aggiunta delle offerte di iHeart a Voxnest garantirà la massa critica per la piattaforma e ne accelererà la crescita”, sottolinea in una nota Bob Pittman, Presidente e CEO di iHeartMedia. “Mentre continuiamo a investire nel podcasting di cui siamo i principali esponenti, prevediamo che questa acquisizione avrà un impatto importante sulla capacità di iHeart di monetizzare in modo più completo il suo inventario di podcast e andrà a vantaggio anche degli altri editori di podcast che fanno parte della rete Voxnest e degli inserzionisti che la stanno utilizzando”.

“Il mercato dei podcast è frammentato, con domanda e offerta distribuite su più piattaforme, creando difficoltà a chi desidera investire nel comparto su larga scala”, aggiunge Francesco Baschieri, CEO di Voxnest. “E nonostante l’enorme crescita negli USA del settore dei podcast, con oltre 100 milioni di americani che ascoltano almeno un podcast al mese, non vi è ancora un modo davvero efficace per monetizzare al meglio i contenuti di creator e network. Con questa combinazione, per la prima volta ci sarà una piattaforma tecnologica per riunire tutte le fonti di domanda con il più grande fornitore di inventario di podcast, creando un vantaggio unico per gli oltre 10.000 editori di podcast che oggi fanno parte della rete Voxnest “.

iHeartMedia possedeva una partecipazione di minoranza in Voxnest prima di questa acquisizione.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy