Healthcare

Le primule dei musei. Il MiBACT a sostegno della campagna vaccinazioni anti Covid 19

Primule di diverse specie, dalle corolle color giallo, arancio, rosa. Scolpite sui marmi, stampate su pergamene, dipinte su porcellane, catalogate in antichi erbari, descritte in scrupolosi codici botanici. Nascoste tra decori minuti oppure protagoniste fortemente simboliche in pitture parietali e affreschi decorativi. Con una ricerca sul ‘fiore che annuncia la primavera’ condotta e condivisa da tutti i propri istituti – biblioteche statali, archivi, musei e parchi archeologici – il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo guidato da Dario Franceschini lancia attraverso i propri profili social una campagna di comunicazione digitale a sostegno della vaccinazione anti Covid 19.

La card dell’iniziativa di promozione è una sintesi di esemplari floreali e raffigura un primo piano del busto e delle mani della ‘Dama col mazzolino’ di Andrea Del Verrocchio, conservata al Museo Nazionale del Bargello, opera dalla quale ha tratto ispirazione lo stesso Stefano Boeri per l’ideazione del logo dei padiglioni per la campagna di vaccinazione.

Ribadendo lo slogan ‘L’Italia rinasce con un fiore’, il MiBACT affianca al marchio con i petali fucsia la primula del Verrocchio con l’hashtag #VaccineDay.

La campagna sarà declinata e condivisa sui siti e sui social di tutti gli Istituti statali, per un impegno corale della Cultura a favore della salute dei cittadini e del rilancio del Paese.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy