Creativity & Beyond

Al via l’ultima stagione di Game of Thrones, serie evento che ha conquistato il mondo. Un cult anche per la pubblicità. Dall’Australia a Hong Kong, passando per l’Italia, brand e agenzie hanno scatenato la creatività

Con 47 Emmy all’attivo e milioni di fan adoranti in tutto il mondo è l’evento televisivo del decennio. Sarà battaglia tra i vivi e i morti negli ultimi episodi della saga cult di HBO tratta dai romanzi di George R. R. Martin.

In Italia la stagione finale on air su Sky Atlantic e in streaming su Now Tv dalle 3 della notte fra il 14 e il 15 aprile e poi il 15 in prima serata. Dal 22 aprile in onda la versione doppiata in italiano. L’evento della messa in onda dei sei episodi che compongono la serie che chiude la saga, dalla durata di un film ciascuno, hanno aperto le porte alla comunicazione di agenzie in tutto il mondo.

In poche parole sono parecchi i brand, il primo Bud Light con Droga5 e i già citati Deliveroo Mondadori, che hanno aumentato gli sforzi creativi per l’inizio dell’ottava e ultima stagione di Game of Thrones.

Foxtel, piattaforma televisiva commerciale per la televisione digitale destinata al mercato australiano, ad esempio, con la campagna ‘Final Resting Place’ ideata da DDB Sidney, Revolver / Will O’Rourke e The Glue Society, ha creato un vero e proprio cimitero, con tanto di mappa e audio-guida, per i personaggi chiave della serie. 2000 metri quadri al Fearnley Grounds del Centennial Park dedicati all’esposizione di statue e tombe per rendere omaggio ai deceduti della serie.

Mentre KFC insieme alla sua agenzia Ogilvy Hong Kong lancia la campagna ‘Hot and Spicy’ e sostituisce il fuoco dell’iconico drago con il suo pollo fritto.