Updating

Carlsberg Group: Bilancio di Sostenibilità 2019 – Toghether Towards Zero. Zero Emissioni di Co2, Zero Spreco d’Acqua, Zero Consumo Irresponsabile e cultura Zero Incidenti

Il progetto è attivo dal 2011, divenendo via via colonna portante dell’essere responsabile dell’azienda. Si è tenuta giorni fa la conferenza stampa di presentazione, ma vale la pena di sottolineare gli step strategici pro obbiettivo economia circolare a impatto zero.

Che già oggi sa parlare di risultati tondi, pro business, ambiente, società. Antonella Reggiori, Draught Master Business Unit & Italy Operations Director e curatrice del progetto Europeo Iris, ha allo scopo argomentato il dettaglio degli effetti positivi del passaggio da un fusto tradizionale in acciaio a uno compostabile. I fusti DraughtMaster, infatti, hanno consentito di risparmiare all’ambiente ben 60 mln di kilogrammi di Co2. Inoltre, questi fusti in Pet, polietilene tereftalato, resina decomponibile e riciclabile, non interferiscono in alcun modo nella  qualità della stilatura, garantendo un’esperienza di degustazione all’altezza di sempre.

Non a caso, un intenditore come Luca Lucatelli, proprietario dello Spirit de Milan, ha promosso a pieni voti le scelte, facendosi bandiera della necessità del comparto di sposare qualità e tematiche ambientali, pro consumatore.

Il problema sta nella diffusione del verbo. Perché se è indubbia la virtuosità del circolo, farraginosa è la possibilità di sancire accordi internazionali tra gli attori in gioco. Tanto che Marco Frei,Professore dell’Università di Sant’Anna di Pisa, ha giustamente indicato nella responsabilità dei singoli la soluzione: viralizzare dal basso. I cittadini, quindi, e ancora di più le aziende, chiamati insieme ad agire responsabilmente su consumi e risparmio delle risorse terrestri.

Carlsberg non ha dubbi, parola d’ordine, fare sistema. A partire dalla partnership con E-VAI, compagnia di auto elettriche nata dalla join venture tra Regione Lombardia e Ferrovie Nord. Oggi sono 100% elettrici i carrelli elevatori all’interno dello stabilimento di produzione, il 30% delle auto aziendali sono ibride e 3 camion di trasporto sono alimentati a LNG, gas naturale liquefatto.

Senza dimenticare il risparmio dell’acqua.E’ spettato a Diego Volpi, Direttore di Stabilimento, raccontare come l’ulteriore innovazione tecnologia adottata abbia consentito di  giungere a una pastorizzazione che fa risparmiare il 28% di acqua. Oltretutto aumentando la sicurezza sul lavoro, visto che le precedenti tecnologie innalzavano di molto il calore durante la lavorazione.