Digital

L’ASMR conquista anche la comunicazione. Ha esordito al SuperBowl il primo spot con Zoe Kravitz e pure Ikea strizza l’occhio al fenomeno che impazza sul web

Autonomous Sensory Meridian Response, ossia la risposta  autonoma del meridiano sensoriale. In super sintesi, una sorta di benefico formicolio, stimolato da ‘rumori e suoni’, che si diffonde a tutto il corpo promettendo rilassamento.

In Italia, abbiamo Chiara, la studentessa che sussurra e che fa boom di visualizzazioni YouTube (circa 100 milioni), ma per ora nessuna campagna di comunicazione ha utilizzato l’escamotage in spot. E’ successo, invece, in Usa durante la domenica del Super Bowl. Protagonista la birra Michelob Ultra, con Zoe Kravitz a stappare la bottiglia in vetro facendo ascoltare il piacevole suono delle bollicine. Anche Ikea, a novembre, ha pubblicato un video ASMR di 25 minuti per la campagna Oddly.

Tornando al fenomeno ASMR , si tratta di video innegabilmente bizzarri, ma la gente li adora, visto che ne esistono oltre 9,6 milioni su YouTube. Scientificamente il fenomeno è studiato da pochi anni, ma la maggior parte delle persone intervistate a riguardo dichiara che guardare questi video rilassa e fa dormire meglio.

Nel 2015, i ricercatori dell’Università di Swansea hanno condotto uno studio su 500 fan dell’ASMR e hanno scoperto che parecchie persone rispondono molto bene ai sussurri, ai suoni nitidi e ai movimenti lenti. Lo studio ha anche rilevato che il 5% li usano per la stimolazione sessuale.