01
Feb

Nel mese dedicato per antonomasia all’amore, grazie al 14 febbraio, San Valentino e Giornata degli innamorati, Fare X Bene Onlus, che sostiene e promuove da anni progetti e attività a sostegno delle vittime di abusi e violenze, soprattutto donne e madri, e di educazione alle differenze di genere nelle scuole, lancia una campagna di comunicazione, sensibilizzazione e raccolta fondi per il progetto Indipendente-Mente, percorso di educazione all’affettività e alle differenze di genere, contro ogni forma di discriminazione, bullismo e cyber bullismo nelle scuole secondarie di primo e secondo grado in tutta Italia.

Ambasciatrice della campagna sarà Mara Maionchi. Insieme a lei personaggi  come Malika Ayane, Arisa, Dario Ballantini, Barbara Benedettelli, Sara Cardin, Marco Cattaneo, Geppi Cucciari, Marta Gastini, Amir Issaa, Ivan, Emma Marrone, Annalisa Minetti, Clemente Russo, Le Scemette, Dalila Setti, Jo Squillo, Syria, Vic, Rudy Zerbi e Valentina Pitzalis, che a ventisette anni, il 17 aprile 2011, è stata cosparsa di cherosene da suo marito che le ha dato fuoco, morendo lui stesso tra le fiamme.

La campagna di sms solidale, al numero 45599, sarà attiva dal 1 al 15 febbraio e si potrà inviare un sms solidale del valore di 2 euro da cellulari personali e donare 2 o 5 euro con chiamata da rete fissa. Lo spot tv sarà on air nelle reti Mediaset, Sky e La7 nel periodo di attivazione.

La campagna è la continuazione ideale di quella del 2015, Credevo fosse amore. Alla regia nuovamente Federico Brugia, che ha sposato da anni la mission di Fare x Bene, insieme a Lorenzo Cefis, ad della casa di produzione Filmmaster Productions e a Post Atomic per la post produzione. “Lavorare per Fare x Bene è un orgoglio e un carico che mi prendo anche quest’anno con immenso piacere. Credo nella loro battaglia e sono sicuro che anche la nuova campagna avrà grandissimo successo; l’anno scorso abbiamo lavorato con una star internazionale, questa volta abbiamo scelto di fare parlare i bambini. L’educazione delle nuove generazioni è alla base di tutto”, dichiara Brugia nella nota.

L’idea della piattaforma di comunicazione internazionale è firmata Altavia, partner storico di Fare x Bene, grazie alla direzione creativa di Fabrizio Ferrero e Pierfrancesco Jelmoni. “Questo è il cuore del problema, della stessa missione di Fare x bene e quindi del nostro compito. Allora ecco l’idea di campagna: è la voce diretta di bambini e bambine che esprime i peggiori luoghi comuni sui rapporti di genere, parole di rassegnazione e sofferenza per le femmine e di insensibile maschilismo dei maschi. Come se ciò che pensano i grandi fosse già dentro di loro”, commentano.

Lo spot è stato girato nella scuola media Iqbal Masih, situata a Baggio, nella periferia di Milano, e ha visto la partecipazione di alcuni alunni delle classi 2B e 3B. I giovani attori, che a loro volta avevano seguito gli scorsi anni i percorsi nelle scuole organizzati da Fare x Bene, hanno fatto proprio il tema della campagna.

I ragazzi saranno i protagonisti, insieme a Valentina Pitzalis e altri ospiti a di un flash mob organizzato da Fare x Bene in calendario il 14 febbraio a Milano, in luogo da definire.

Gli scatti della campagna off line sono sempre di Federico Brugia. La campagna prevede anche uno spot radiofonico con la presenza della testimonial Mara Maionchi e una campagna stampa, web e social con l’hashtag #leIdeeSbagliateCresconoconLoro.

La colonna sonora dello spot, voluta dal regista, è Irene“(Piero Piccioni), in versione originale, di proprietà di Creazioni Artistiche Musicali C.A.M., una società del gruppo Sugar, che, anche quest’anno, grazie al supporto di Caterina Caselli, ha sostenuto la finalità del progetto.

Il progetto è dedicato quest’anno alla memoria di Elio Fiorucci, che ideò il logo di Fare x Bene, donandolo alla Onlus, della quale inoltre divenne ambasciatore. La campagna media di quest’anno è a cura di Marketing Point.

Schermata 2016-02-01 alle 14.29.49










Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito.
Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy.Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie