Youmark

TBWA Backslash presenta ‘Edge’ 2021 – i 40 cambiamenti culturali che plasmano il nostro mondo

Backslash, l’unità di cultural intelligence di TBWA\ Worldwide, ha pubblicato il suo glossario annuale di ‘Edge’. Più che un trend, un edge è un cambiamento culturale significativo che ha le dimensioni e la longevità per spingere un marchio verso la conquista di una quota maggiore di futuro.

Quest’anno le opportunità sono particolarmente significative. “La pandemia ha provocato un rimpasto cosmico di realtà globali, norme sociali e convinzioni individuali. Un mondo sta finendo e un altro sta nascendo. Il 2021 non è solo un altro anno, è l’anno zero. E quindi questo non è solo un rapporto sulle tendenze. È uno sguardo a un nuovo capitolo della nostra storia”, spiega nella nota Agathe Guerrier, Co-Chief Strategy Officer, TBWA \ Worldwide.

Gli Edge 2021 esplorano i cambiamenti culturali che stanno plasmando il nostro mondo in sei capitoli: Caos, Conservazione, Avanzamento, Identità, Liberazione e Rinascita.

Per far parte degli Edge è necessario che questi ultimi siano radicati nei valori umani, siano riconoscibili attraverso i comportamenti dei consumatori e portino a chiare implicazioni aziendali. Gli Edge sono classificati come tali perché hanno avuto una rilevanza costante per oltre un anno a livello globale, manifestandosi nella maggior parte delle regioni del mondo e dovrebbero continuare a essere importanti per il prossimo futuro. Gli Edge di quest’anno sono stati definiti attraverso un processo collaborativo che ha enfatizzato l’esperienza di oltre 300 TBWA ‘Culture Spotters’ in tutto il mondo, strateghi e creativi che sono in sintonia con la cultura.

Questi Edge sono particolarmente pertinenti alle recenti notizie mondiali:

Body Debates: tra i medici che forniscono istruzione sui vaccini su TikTok e la partecipazione da record a “Veganuary” le questioni di biologia vengono dibattute come mai prima d’ora. Mentre la discussione si scalda, le industrie, da quelle dell’intrattenimento alle Big Pharma, prenderanno posizione su questo campo di battaglia

Roots Revival: Covid-19 ha messo in luce le insidie della globalizzazione, aprendo la porta al ritorno del localismo e del nazionalismo. Sebbene essere cittadini del mondo una volta fosse un motivo di orgoglio, ora ci stiamo rivolgendo a noi stessi e entriamo in contatto con il nostro patrimonio locale e nazionale, ottenendo un nuovo apprezzamento per le persone, la terra e le tradizioni che ci hanno preceduto. Le preferenze dei consumatori stanno cambiando e la spinta ad “acquistare localmente” è solo l’inizio.

Platform Politics: Dì addio al selvaggio West delle piattaforme social. Nella feroce battaglia contro la disinformazione, le filter bubble e la raccolta di dati, le piattaforme sono ora sottoposte a una maggiore attenzione. Le piattaforme stesse stanno adattando i loro prodotti per aiutarci a identificare le notizie false, liberarci dalle camere dell’eco e combattere la dipendenza dalla tecnologia – o almeno è quello che ci stanno raccontando. C’è pressione affinché le big tech riscrivano i loro errori. Regolamentare o essere regolamentati.

Stability Pursuit: Un panorama lavorativo traballante sta rendendo di nuovo sexy la stabilità. Dalla rapida automazione alle chiusure causate dalla pandemia, forze dirompenti stanno investendo l’economia globale e rendendo a rischio moti posti di lavoro. Mentre la transizione verso il “nuovo” accelera in modo confuso, i settori affidabili troveranno nuove opportunità, il fascino della cultura delle startup svanisce, le aziende inizieranno a porre un nuovo accento sulla stabilità.

Counter Cancel: un numero record di marchi e personaggi pubblici sono cadute vittima della cancel culture nel 2020 facendo sì che sia i marchi che gli individui si muovano in punta di piedi su questioni importanti per paura di essere boicottati. Tanti però stanno cominciando a rifiutarsi di partecipare a un mondo iperpolarizzato. Il movimento Counter Cancel favorirà un dibattito sano e ricco di sfumature rispetto all’attuale gogna pubblica. E scambierà l’intolleranza tossica con un impegno verso il progresso.

Michael Arpini, Chief Strategy and Digital Officer TBWA\Italia, sottolinea a conclusione: “I 40 edge che abbiamo individuato per il 2021 ci aiutano a leggere e comprendere questo mondo radicalmente trasformato che ci troviamo davanti e le sue implicazioni per i brand dei nostri clienti”.

L’elenco completo di 40 Edge’

 

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy