Youmark

Rockin’ Mamas, il grido di ribellione di tutte le madri del mondo firmato VMLY&R e Rolling Stone. Regia di Ali Ali, producono Movie Magic International e Good People

Alcune funzionalità sono ridotte dalle tue preferenze!

Questo accade perché la funzionalità “Google Youtube” usa dei cookie che hai scelto di disabilitare. Per vedere il sito completo abilita i cookies: Modifica le tue preferenze.

Vere eroine, che dal 2020 si trovano a dover conciliare smart working e famiglia. Bisogna essere delle vere dure, per reggere uno stile di vita del genere.

Da questo insight, nasce la campagna internazionale Rockin’ Mamas firmata da VMLY&R per Rolling Stone: un progetto integrato, lanciato lo scorso aprile sui canali social di Rolling Stone Italia attraverso una campagna teaser. Obiettivo, celebrare queste mamme rockstar e al tempo stesso far riflettere sulla situazione contingente.

Cuore del progetto, il film 90” girato da Ali Ali e prodotto da MOVIE MAGIC INTERNATIONAL e Good People chenasce da una produzione tra Italia, Grecia e Uk e ha come protagoniste non attrici ma vere madri di varie nazionalità, inclusa la cantante inglese DeeLayDee (sua la voce del progetto).

“L’idea della campagna nasce dal desiderio di generare awareness su una realtà che è sotto gli occhi di tutti ma di cui non si parla ancora abbastanza: la società ci ha abituati – e si è abituata – a un’idea di super-mamma, ci si appella alla celebrazione di questa vocazione al multitasking che sarebbe tipica delle donna come scusa per lasciare sulle spalle delle madri responsabilità che andrebbero divise in famiglia, dando per scontato che riescano a gestire lavoro e vita privata senza difficoltà, anche in condizione estreme come quelle create dalla pandemia”, commentano nella nota le Creative Director Nicoletta Zanterino e Cinzia Caccia.

Aggiunge il Chief Creative Officer Francesco Poletti: “A volte nascono idee che non trovano ostacoli, ma solo dei gran: ‘sì facciamola’. Rockin’ Mamas era una campagna che andava fatta. Per tanti motivi. Non è una celebrazione delle mamme – andate avanti così che siete brave. È un grido di rabbia per tutto quello che è successo dentro le nostre case e fuori. Un enorme ringraziamento a tutto il team di Rolling Stone Italia per essere stati il più importante di quei – ‘sì facciamola’.  A Movie Magic International, a Opera Music, a Hogart, a DeeLayDee e tutt’altro che ultimo: grazie al regista Ali Ali. Power girl team di VMLY&R, Nicoletta, Cinzia, Barbara: you rock. Covid sucks”.

Alessandro Giberti, Editor-in-Chief di Rolling Stone Italia, conclude: “Siamo tutti particolarmente orgogliosi di questa campagna e del suo messaggio: Rolling Stone non è solo sinonimo di musica, ma è da sempre in prima linea su tutti i temi di interesse sociale. Accendere i riflettori sulla situazione che hanno vissuto e continuano a vivere le mamme di tutto il mondo dall’inizio della pandemia è davvero un imperativo morale: qui celebriamo il loro coraggio a nostro modo, con il nostro linguaggio. Un ringraziamento monumentale a VMLY&R che ci ha proposto questo progetto, a Operà Music e a tutti i team coinvolti che ci hanno aiutati a realizzarlo.”

La campagna proseguirà nel corso di tutto il mese di maggio, attraverso attivazioni social e digital che andranno ad amplificare il messaggio.

Credit

Agency: VMLY&R Italy

Chief Creative Officer: Francesco Poletti

Creative Directors: Nicoletta Zanterino, Cinzia Caccia

Copywriters: Nicoletta Zanterino, Martin Peters Ginsberg, Ali Ali, Riccardo Baita

Art Directors: Cinzia Caccia, Lorenzo Croci

Business Development Director: Barbara Ruscio Levi

Company: Web Magazine Makers – licenziatario Rolling Stone per l’Italia

Editor-in-Chief Rolling Stone Italia: Alessandro Giberti

Business Development Manager: Matteo Berciga

Marketing Manager: Veronica Dolce

Production Companies: Movie Magic International, Good People

Director: Ali Ali

Partner Movie Magic International/Executive producer: Giorgio Borghi

Executive Producers: Anna Lisa De Maria, Sarah Touma

Producer: Alessandro Naboni, Veta Chatziioannou

DOP: Pierre Mouarkesh

First AD: Dzovig Torikian

Wardrobe: Anna Zotou

Wardrobe: Evelina Darzenta

Art Department: Maria Kalahari

Make-up: Varvara Sevdali

Gaffer: Michalis Christoforatos

First AC: Philippos Kokkalis

First AC: Vangelis Kolokithas

Editor: Neda Zag

Colorist: Karim Mira

Conform and Online: Hogarth Worldwide Italy

Music and Audio: Operà Music, 300 Acre Studios

Partner / Project Manager: Cristiano Joyeusaz

Partner / Mixing Engineer / Sound Designer: Marco Massimiliano Peretti

Music Coordinator/Project Manager: Francesco Menegat

Project Manager: Daniela Chiara

Composer / Music producer: Alessandro Ciani

Voice over artist: DeeLayDee courtesy of ‘I’m Not A Machine’

Recording Engineer: Matt Cotterill

Contributors: Beth Wade, Theresa Notartomaso

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy