Youmark

John O’Keeffe, WPP Global Chief Creative Officer, lascia l’incarico dopo 12 anni. Più potere alle singole agenzie

A riportare la notizia Campaign, facendo riferimento a un memo interno inviato al management delle agenzie in cui Mark Read, Ceo WPP, ribadisce la sua decisione di rafforzare la responsabilità delle singole realtà, tra cui Wunderman Thompson, VMLY&R, Ogilvy e Grey, nella gestione dei talenti creativi.

La nomina di O’Keeffe nel 2008 aveva suscitato diverse perplessità, considerandolo un incarico più che altro ‘politico’ da parte di molti osservatori, ma fermo restando il fatto che durante la sua permanenza WPP con le sue agenzie si è aggiudicata numerosi riconoscimenti nei principali premi internazionali.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy