Youmark
Powered by FCB PARTNERS

FCB PARTNERS presenta ‘From One Person to Another’ di John O’Toole per Lupetti Editore. Per la prima volta in Italia tradotto il ‘Manuale per una comunicazione efficace’

La buona pubblicità è scritta sempre da un un individuo per un altro individuo, non per un pubblico omogeneo. Quando la pubblicità cerca di parlare a milioni di persone, raramente ha davvero effetto su qualcuno.

Parte da questo assunto il libro di John E.O’Toole con ‘From One Person to Another’,  ovvero ‘Da persona a persona’, pubblicato negli Stati Uniti negli anni ’70 e oggi finalmente tradotto in Italia per Lupetti Editore. Un manuale che dopo oltre 40 anni, dopo l’avvento delle nuove tecnologie, di internet e dei social network che hanno rivoluzionato il modo di fare comunicazione, resta per molti versi attualissimo e illuminante.

La pubblicità è uno dei più potenti strumenti per lo sviluppo economico. Naturalmente per utilizzarla al meglio occorreconoscerne a fondo i meccanismi e la loro evoluzione negli anni. Ecco perché gli studiosi, oltre ai professionisti, devono sapere come è nata e si è affermata attraverso l’opera di pionieri e di innovatori. E O’Toole, il celebrato Ceo della Foote Cone Belding agenzia, nata dalla Lord&Thomas – vera e propria antesignana della pubblicità moderna che ha visto la collaborazione di giganti come Albert Lasker, John Kennedy e Claude Hopkins – è stato davvero un fuoriclasse nel settore della pubblicità.

In Italia purtroppo la conoscenza di questi maestri è stata tardiva e lacunosa. Per questo l’iniziativa di Fausto Lupetti Editore è particolarmente utile e preziosa, e consente di immettere nell’asettico mercato italiano dell’editoria specializzata un’opera assolutamente fondamentale per capire le origini e i meccanismi della pubblicità.

Per fare comunicazione efficace, secondo O’Toole, è necessario distinguere la ‘gente’ dalle ‘persone’, contrapporre la comunicazione differenziata a quella di massa. Un assunto che sta alla base del successo di qualsiasi messaggio pubblicitario, ma che, come dimostra l’autore attraverso i racconti della sua esperienza nell’agenzia FCB, richiede grande capacità di analisi, ascolto e lavoro di squadra. Leggendo il libro, ciò che sorprende è l’incredibile attualità dei ragionamenti, a distanza di 40 anni dalla sua pubblicazione.

Il testo di O’Toole, la cui edizione italiana dal titolo “Da persona a persona – Manuale per una comunicazione efficace” è stata presentata oggi a Milano, per la verità non è mai uscito sul mercato negli Stati Uniti. In origine infatti era una specie di manuale operativo per i dipendenti dell’agenzia FCB, molto riservato e unico.

Qualche tempo fa Manfredi Vinassa e Domenico Colella – a suo tempo entrambi collaboratori della FCB Italia – hanno invitato Giorgio Brenna, Chairman e CEO di FCBpartners , a scrivere la prefazione del libro nella versione per il mercato italiano. Per la traduzione è stato costituito un piccolo staff che comprendeva, oltre a Manfredi Vinassa e Domenico Colella, Gianluca Belmonte, Executive Creative Director di FCB PARTNERS, e Roberto May, che ha ideato la copertina.

Oltre alla parte teorica, O’Toole dedica alcuni corposi capitoli del testo alla parte pratica e realizzativa di una campagna pubblicitaria di successo, fornendo preziosi consigli validi tutt’oggi: lo studio, l’analisi e la sintesi sono alla base di ogni processo creativo. Le ultime parti del libro sono dedicate ai diversi mezzi di comunicazione e alle differenti tipologie di pubblicità, con un excursus sulle peculiarità di quella politica.

Molto interessante risulta anche il capitolo ‘Responsabilità’, da intendere come rispetto morale verso i clienti dell’agenzia, i media che trasmettono i messaggi pubblicitari e i consumatori. In tutto il testo risalta il grande rigore e la statura professionale di O’Toole, mai disposto a scendere a compromessi poco leciti in nome di qualche vendita in più.

Chiude il libro un capitolo di aggiornamento – approntato da Gianluca Belmonte Executive, Creative director di FCB PARTNERS – sul Metaverso e la comunicazione digitale, un mondo che non esisteva ai tempi di O’Toole e che ha portato alla moltiplicazione dei mezzi di comunicazione.

Perché questo testo è così importante ancora oggi? Perché il primo e fondamentale tassello del digitale, ovvero i motori di ricerca, si basano proprio sulla necessità di fornire, a fronte di una ricerca uguale per tutti, risultati il più possibile aderenti ai desideri di ciascun utente. E perché la comunicazione pubblicitaria, nell’epoca dei social network, sta affrontando sfide sempre nuove e complesse, ma l’assunto di base rimane quello caro a O’Toole: ‘Per fare una vendita prima devi farti un amico’, ovvero entrare nella testa del consumatore, comprenderne esigenze e paure, conquistare la sua fiducia.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy