Interactive

Riflettori accesi sulla Data Protection. IAB Italia ne parla il 25 maggio

A distanza di 4 anni dall’introduzione del GDPR, IAB Italia accende i riflettori sul panorama della Data Protection alla luce dei recenti cambiamenti. Le nuove regolamentazioni europee in materia digitale approvate nei giorni scorsi (‘Digital Market Act’ e il ‘Digital Service Act’), la futura dismissione dei cookie di terza parte e le tecnologie di targeting basate sulle ‘identity solution’ avranno un forte impatto sul settore pubblicitario, sulla creazione di contenuti e sugli adempimenti richiesti alle aziende orientate al digitale. Quali saranno le conseguenze di questo nuovo scenario?

Il costante cambiamento a cui sono sottoposte le norme sulla Data Protection, le decisioni riguardo alle modalità con cui richiedere i consensi agli utenti, i framework con cui raccoglierli e gestirli creano a volte dei grattacapi alle aziende che operano sul digitale. Ma conoscere i termini giuridici entro cui muoversi ed esserne sempre conformi è un obbligo imprescindibile.

IAB Italia lavora con attenzione costante sull’interpretazione e decodifica di questi temi caldi consapevole che serva comprendere in ogni fase quali siano gli adeguamenti richiesti dai vari normatori, quali le corrette pratiche da adottare e come sia possibile prepararsi a operare in maniera conforme all’interno dei nuovi scenari che si apriranno.

Sergio Amati, General Manager IAB Italia

“In IAB Italia abbiamo aderito e partecipato attivamente all’adozione e divulgazione dei nuovi standard e delle norme di Data Protection a tutela dei vari protagonisti dell’ecosistema digitale”, dichiara nella nota Sergio Amati, General Manager di IAB Italia. “Proseguiamo ancora oggi in questa direzione, offrendo alla industry opportunità di aggiornamento periodiche e puntuali per dotarsi della conoscenza necessaria a conformarsi a un quadro giuridico in continua mutazione”.

Grazie a IAB Italia sono già oggi disponibili pubblicazioni tecnico-giuridiche liberamente fruibili quali il Position Paper sui Ruoli privacy nel settore dell’email marketing e la Guida di IAB Italia sulle Linee guida cookie e altri strumenti di tracciamento.

Tra i momenti di approfondimento e confronto in materia di Data Protection, Privacy e Consent, è poi in programma un webinar aperto a tutti, mercoledì 25 maggio, guidato e presieduto dagli esperti di DGRS Studio Legale, Avv. Giulia Sala, Avv. Anna Maria Lorito e da IAB Italia nella figura del suo DPO, Avv. Lapo Curini Galletti.

Se la situazione Italiana ed Europea è resa complessa da un susseguirsi e affinarsi di norme regolatorie, queste stesse rappresentano per gli operatori del settore e per gli utenti finali un sistema di garanzia a cui potersi rivolgere con fiducia. Non tutti i Paesi però assegnano al dato lo stesso valore. È ad esempio di questi giorni la notizia di una ricerca – condotta all’Università di Leuven – che ha indagato i primo 100.000 siti web di Stati Uniti ed Europa per analizzarne le modalità di gestione dei dati di consent forniti dagli utenti nella compilazione dei form online. Secondo i risultati ottenuti, i portali americani hanno un’esposizione a data leak e violazioni privacy molto maggiore di quelli europei, e una delle principali cause di questo è l’assenza di un sistema regolatorio condiviso.

“In qualità di interpreti dei cambiamenti che interessano il panorama digitale, a tutti i livelli, crediamo nella necessità di costruire insieme alla industry una cultura sul digitale diffusa e condivisa, fondamentale per operare nel contesto attuale e prepararsi alle imminenti evoluzioni del mercato pubblicitario e dei contenuti digitali”, conclude Sergio Amati.

Qui è possibile registrarsi al webinar del 25 maggio.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy