Interactive

OMD Italia ed Henkel Italia hanno sviluppato la prima campagna in delivery con tecnologia blockchain. Italiaonline e AdLedger i partner

È una campagna video Dixan il primo test di delivery in blockchain sviluppato da OMD Italia (OMNICOM MEDIA GROUP) per Henkel Italia. Grazie alla collaborazione con Italiaonline e MadHive e l’utilizzo della soluzione open source CryptoRTB sviluppata da AdLedger, l’agenzia da poco insignita del primo posto nella classifica RECMA è stata in grado di lanciare una campagna basata su questa tecnologia pionieristica per l’advertising.

“OMD continua nella sua tensione ad anticipare il cambiamento per trovare soluzioni innovative per i Clienti dell’agenzia”, dichiara nella nota Francesca Costanzo, Managing Director di OMD Italia. “Come azienda abbiamo sempre puntato sulla trasparenza di costi e processi. Nella blockchain abbiamo individuato uno strumento dalle grandi potenzialità. Questo primo test con Henkel ci dimostra che le sue applicazioni possono portare valore anche nel mondo della comunicazione”.

“In un mercato in cui la molteplicità di piattaforme e costi tecnologici hanno creato alcune complessità, è fondamentale per noi garantire massima chiarezza”, afferma Antonio Montesano, Head of Digital di OMD Italia. “Vogliamo che i nostri Clienti possano muoversi consapevolmente nella valutazione della catena del valore e misurare l’efficacia della comunicazione tenendo conto di tutti gli elementi che contribuiscono al risultato finale. Questo progetto è la rappresentazione di una proficua collaborazione con partner del calibro di AdLedger, MadHive e Italiaonline. Oltre ovviamente alla volontà di sperimentazione di Henkel”.

AdLedger, consorzio no profit impegnato nella costruzione e diffusione di open standard per l’adozione della blockchain, promuove questa tecnologia per migliorare integrità e trasparenza nell’ecosistema media.

“La crittografia ha consentito di garantire la sicurezza di informazioni sensibili online per decenni e adesso, in un momento in cui privacy regulation e third-party cookies sono al centro del dibattito, finalmente vediamo che i big dell’industria cominciano a comprenderne il valore anche per il mondo dell’advertising”, sostiene Christiana Cacciapuoti, Executive Director di AdLedger. Utilizzare la blockchain attraverso la sua soluzione CryptoRTB, integrata direttamente da IOL nel suo ad server e da MadHive nella sua DSP, ha permesso di identificare le bid request con specifiche chiavi crittografiche: garanzia di origine, autenticità e integrità sono i principali benefici di questo sistema”.

“L’implementazione del protocollo CryptoRTB ha richiesto l’inserimento di poche righe di codice e ci ha consentito di attivare la campagna abbastanza rapidamente”, conferma Carmine Laltrelli, Programmatic Advertising Director in Italiaonline, “questa campagna rappresenta un’interessante punto di partenza nell’esplorazione di soluzioni blockchain per il delivery”.

La campagna test con il brand Dixan ha restituito risultati incoraggianti a OMD ed Henkel:

  • il 100% delle impression sono state verificate assicurandone provenienza e privacy compliance
  • la validazione è avvenuta in tempo reale e non sono stati riscontrati problemi di latenza nell’esperienza della campagna né da desktop né da mobile.

“Osserviamo con attenzione l’utilizzo della blockchain nel digital advertising e abbiamo accolto con piacere la possibilità di partecipare a questo test. La blockchain servirà sempre di più a rassicurare gli investitori sul fatto che il loro budget media venga effettivamente erogato sui premium publishers definiti con l’agenzia”, aggiunge Matteo Giarrizzo, Head of Media Italy, Greece & Cyprus at Henkel. “Questo è un primo passo nella costruzione di un ecosistema digitale basato su trasparenza e qualità. Sarà cruciale l’adozione di questa tecnologia da parte di tutto il mercato”.

Per OMD, però, questo è stato solo il primo step. Tra i prossimi ci sarà l’utilizzo della blockchain per validare le audience, garantendo massima privacy e trasparenza anche nell’audience targeting. L’agenzia, dunque, guarda ancora più avanti, ed è all’opera per aggiungere livelli di complessità al test. L’obiettivo è essere pronta ai cambiamenti epocali che attendono il settore nel prossimo futuro.

 

Related articles

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy