Interactive

Milano Digital Week, Choralia (gruppo WPP) presenta un nuovo modello delle competenze digitali per lavorare nello scenario post-Covid19

Choralia presenta alla Milano Digital Week il modello DigComp@Work, uno strumento sulle competenze digitali necessarie a operare nel nuovo contesto sviluppato in collaborazione con docenti di Psicologia del lavoro di primarie Università italiane.

Il modello si inserisce all’interno del più ampio progetto che il Gruppo WPP, di cui Choralia è partner, sta sviluppando per permettere a tutte le sue agenzie di cogliere al meglio tutte le opportunità possibili con lo smart working.

La presentazione avverrà nell’ambito di un webinar il 29 maggio dalle 17 alle 19.30 e vedrà in qualità di relatori alcuni fra manager ed esperti più affini a interpretare il presente e dare una visione prospettica di quello che accadrà post Covid-19 attraverso un nuovo modello di valorizzazione delle competenze digitali.

A intervenire saranno infatti: Chiara Ghislieri, Professoressa di Psicologia del Lavoro ed Organizzazione all’Università degli Studi di Torino, che presenterà il rapporto tra Digital Skills, smartworking e benessere organizzativo; Marco Giovanni Mariani, Professore di Psicologia del Lavoro all’Università degli Studi di Bologna, che illustrerà il modello DigComp@Work e le sue applicazioni allo smart working; Massimo Costa, CEO uscente di WPP Italia, approfondirà alcune delle maggiori criticità e rischi associati allo Smart Working; Federico Capeci, CEO di Kantar Italia; parlerà dell’approccio al lavoro delle 5 generazioni che coesistono in questo momento storico; Anna Desole, partner Choralia ed esperta di smartworking, spiegherà di comportamenti manageriali ed individuali necessari per operare in smartworking.

Tra i temi principali verrà affrontata la formazione, elemento cruciale di efficacia e benessere nello sviluppo della professionalità di donne e uomini al lavoro, con particolare riferimento alle competenze soft e alle competenze digitali, da cui deriva l’importanza di modelli complessi che guidino la progettazione e l’erogazione di una formazione davvero rispondente ai bisogni.

Verrà approfondito anche il punto di vista delle aziende in relazione alla gestione delle risorse umane alla luce della ‘scoperta’ dello smart working come strumento funzionale a motivare e far crescere le persone, valutare il raggiungimento degli obiettivi e creare coesione – anche a distanza – tra i team di lavoro.

È possibile iscriversi al webinar a questo link.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy