Interactive

L’Intelligenza Artificiale applicata al programmatic advertising, PaperLit e 3rdPlace danno vita all’AD Network DataLit.AI

DataLit.AI è l’Ad Network creato da PaperLit in collaborazione con 3rdPlace, la tech company fondata da ex dirigenti di Google e specializzata nella governance dei dati, nel data modeling e in piattaforme dati basate su AI. PaperLit, fondata nel 2009 a Menlo Park, in California, ha rivoluzionato il modo in cui gli editori di tutto il mondo creano e distribuiscono contenuti su dispositivi mobili e smart speakers. Entrambe le società fanno parte del gruppo Datrix.

In uno scenario in cui quest’anno per la prima volta la pubblicità online supererà il 50% degli investimenti totali (fonte: Warc Data, State of the industry 2020), le soluzioni di data monetization di DataLit.AI, oltre a Editori e Advertisers, si aprono anche a online Retailers interessati a monetizzare, tramite la vendita di advertising sulle loro properties digitali, i dati preziosi della loro ampia, qualificata e segmentabile base di utenti.

Tutti e tre gli attori condividono un obiettivo comune reso esplicito dallo slogan Intelligence drives revenue’: generare entrate aggiuntive, vendere/raggiungere audiences non standard, super-profilate e con con maggiore propensione all’acquisto.

L’unicità di DataLit.AI è sicuramente la iper-profilazione predittiva dell’utenza a favore dell’iper-targeting degli Advertisers. Grazie a un pixel inserito all’interno delle pagine di Retailers e Publishers o agganciando i loro Google Analytics 360 e Adobe Analytics, la tecnologia intelligente sottostante a DataLIt.AI è in grado di identificare gli interessi granulari degli utenti che navigano il sito o app mobile, segmentare automaticamente in cluster con caratteristiche simili, predire la propensione all’acquisto.

I pilastri di DataLit.Ai sono performance, innovazione, monitoraggio costante, trasparenza, stretta osservanza del GDPR e brand safety.

“DataLit.AI è la nuova dimostrazione concreta che il gruppo Datrix non è la semplice somma delle società controllate”, dichiara nella nota Fabrizio Milano d’Aragona, CEO di Datrix. “È il modo migliore per fornire in modo integrato alle aziende le soluzioni, i servizi e le competenze specialistiche di ognuna. Riteniamo che la governance e l’uso intelligente dei dati sia e debba essere sempre più un fattore di antifragilità delle imprese, resistente anche alla disruption di fattori esogeni come quelli di questi giorni”.

 

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy