Interactive

La Casa di Carta prende in ostaggio le televisioni italiane. L’analisi Comscore

Fabrizio Angelini, CEO Sensemakers - Comscore Italia

Dopo il colpo di scena della quinta stagione che ha lasciato il pubblico con il fiato sospeso e una pausa di tre mesi, Netflix ha rilasciato gli episodi finali de La Casa di Carta. In onda dal 3 dicembre 2021, i nuovi episodi portano la storia del Professore e della sua banda di rapinatori di banche a una conclusione impattante e drammatica.

Gli ascolti sono impressionanti quanto lo show televisivo: l’analisi Comscore mostra che La Casa di Carta si colloca tra i programmi TV di Netflix più seguiti in Italia (e di fatto dei tanti servizi OTT in Italia): nel giorno della sua uscita, la percentuale di dispositivi collegati a Netflix che hanno visto La Casa di Carta in Italia è cresciuta di 15 volte, e l’audience così raggiunta è rimasta stabile per tutto il primo fine settimana di dicembre (vedi grafico sotto).

L’uscita di nuovi episodi tende ad attirare sia gli spettatori occasionali, nonché i fan più accaniti che guardano le puntate in modalità “binge-watch”. Ciò è confermato dall’analisi dei dati che riguardano i principali fornitori di contenuti (incluso Netflix) rilevati su quasi 300.000 Smart TV in Italia: durante la settimana da lunedì 29 novembre a domenica 5 dicembre 2021, la percentuale di tempo speso per La Casa di Carta, rispetto al totale della visione su Netflix è aumentata di quattro volte per l’Italia (vedi grafico sotto).

Dopo che a settembre 2021 aveva conquistato gli spettatori italiani con Squid Game, Netflix ha ancora una volta tirato fuori un coniglio dal cilindro per intrattenere i suoi abbonati, generando al contempo il passaparola necessario per acquisire nuovi abbonati. Con una buona pipeline di contenuti e gli spin-off de La Casa di Carta in vista, c’è da aspettarsi che questo trucco si ripeta molto presto.

“Il successo della Casa di Carta conferma la capacità di Netflix di ingaggiare l’audience con i propri titoli hero e di incentivarne la visione attraverso campagne di promozione cross-device e un utilizzo efficace del proprio sistema di raccomandazione dei contenuti”, afferma nella nota Fabrizio Angelini, CEO di Sensemakers – Comscore Italia.

Fonte: analisi basata su feed di dati Smart TV in Italia elaborati da Comscore che coprono i principali provider di contenuti. Il periodo analizzato copre i sette giorni da lunedì 29 novembre a domenica 5 dicembre 2021.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy