Interactive

È online il portale di rilancio per l’industria turistica italiana. Il progetto è firmato  da Altavia Italia e DISKO, con la partecipazione di Amilon e Geotag

È da oggi online ‘Quando Sarà Passato’ (quandosarapassato.it), il portale che rilancia concretamente l’Industria turistica italiana pubblicando inviti, offerte e segnalazioni che aiutano le persone a  tornare a progettare, in Italia, il proprio futuro prossimo e le proprie vacanze.

Il progetto è firmato da ALTAVIA ITALIA e DISKO, con la partecipazione di Amilon e Geotag.

Auto a noleggio con il 30% di sconto da Europcar, 13 pacchetti Smartbox a condizioni speciali, l’azzeramento delle commissioni Bla Bla Car, ingressi combinati a prezzi ridotti ai Musei di Torino,  ingressi Terme+Sauna ad Aquardens al 50%, Canyoning e Climbing a condizioni speciali con Risemountain sono le prime opportunità pubblicate sul portale, mentre nei prossimi giorni arriveranno molte altre offerte speciali e proposte, ad esempio per il biking e gli alberghi della Val Camonica e le visite a Venaria Reale.

La funzione di servizio del portale è ulteriormente sottolineata dalle  segnalazioni di quello che gli operatori rendono via via pubblico, come le offerte di Early Booking nei villaggi Alpitour e l’annuncio delle nuove policy per la modifica voli di EasyJet.

Il portale vuole così essere un aiuto concreto all’industria italiana del turismo e dei servizi di mobilità e accoglienza, per superare una crisi di straordinaria gravità in cui si sono già perduti 11 miliardi di ricavi ed è in gioco il destino di migliaia di operatori, in un settore che vale quasi il 15% del PIL del nostro Paese.

‘Quando Sarà Passato’ è un’iniziativa che va anche incontro al desiderio di ritorno alla normalità. Lo evidenzia la ricerca GFK realizzata in questi giorni, secondo cui il 27% degli italiani desidera per prima cosa andare a casa di amici e parenti, mentre una percentuale quasi altrettanto alta (23%)  dichiara che, prima di tutto,  desidera  tornare a viaggiare. (Indagine GfK, interviste CAWI su campione rappresentativo di italiani 16-65 anni. Periodo di rilevazione: 30 marzo – 12 aprile 2020).

Il progetto è aperto a tutti gli Enti di Promozione Turistica territoriale, Tour Operator, Società di Trasporto, aggregatori, Musei e destinazioni che sapranno proporre esperienze in Italia che possano – in piena sicurezza, con la massima flessibilità e alle migliori condizioni possibili – farci ri-scoprire l’infinita bellezza del nostro Paese.

“Farsi un regalo per aiutare l’Italia. È tutto in questa frase il senso della nostra iniziativa – dichiara nella nota Paolo Mamo, Amministratore Delegato e Presidente di Altavia Italia – che per noi è un atto di responsabilità sociale verso il nostro Paese, per gli operatori uno strumento prezioso per tornare a parlare con gli italiani e per le persone un aiuto a trovare soluzioni pratiche e sostenibili per avere l’estate migliore possibile”.

Il progetto è un work in progress che si arricchirà di nuovi contenuti e che rilancia anche tutte le iniziative di sostegno e auto-aiuto di chi sta offrendo e offrirà dining, hotel e holiday bond.   La promozione del portale è costruita con una campagna media digitale cooperativa e progressiva che dovrebbe portare oltre 500.000 visite al portale entro fine maggio.

“Altavia ha investito e costruito questo progetto per il legame strettissimo che ha con il nostro Paese – aggiunge Paolo Mamo – perché sappiamo quanto le persone abbiano sofferto nelle settimane di quarantena e quanto importante sia cominciare a costruire la propria agenda di ritorno alla normalità, ma anche perché vogliamo dare spazio all’Italia migliore, quella che il futuro non lo aspetta, ma lo costruisce”.

Le adesioni degli operatori turistici nazionali al portale www.quandosarapassato.it e le manifestazioni di interesse sono raccolte all’indirizzo adesioniqsp@altavia.it.

 

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy