For Good

Tecnologia e rigenerazione urbana, nasce l’app di realtà aumentata per riscoprire la periferia di Firenze. Al via il crowdfunding per la realizzazione di un percorso multimediale a cielo aperto

Si chiama ‘Rifrediamo” il progetto di rigenerazione urbana che grazie alla tecnologia e al coinvolgimento dei giovani under 18 punta alla creazione di un percorso multimediale alla scoperta dei luoghi simbolo del quartiere fiorento. Per sostenere la realizzazione del progetto a partire da oggi, lunedì 8 febbraio, è possibile partecipare al crowdfunding facendo una donazione sulla piattaforma Eppela.

 Il progetto, che vede coinvolta Macramè, cooperativa sociale che da anni si occupa di progettualità rivolta ai giovani e ai loro bisogni, è realizzato all’interno dell’iniziativa Social Innovation Jam 2 promossa da Fondazione CR Firenze, all’interno di Siamosolidali, in collaborazione con Impact Hub Firenze e Feel Crowd. L’iniziativa nasce per favorire la reciproca contaminazione tra il mondo non profit e le nuove generazioni: organizzazioni e giovani under 35 hanno progettato insieme in questi mesi una nuova soluzione sociale, trasformandola poi in campagna di crowdfunding.

L’obiettivo economico grazie al quale sarà possibile finalizzare il progetto è di 6.000 € e al raggiungimento di questa cifra, Fondazione CR Firenze raddoppierà il budget. I fondi raccolti serviranno per la realizzazione dell’app, di cui si occuperà l’azienda fiorentina Officine Valis, specializzata nella realizzazione di applicazioni in realtà aumentata, e alla realizzazione di tutto ciò che serve per l’allestimento del percorso di realtà aumentata, che si conta di inaugurare a giugno 2021.

‘Rifrediamo’ diventerà una mostra a cielo aperto permanente. Con l’app, attraverso il proprio smartphone, sarà possibile inquadrare i luoghi individuati dai ragazzi di Porto delle Storie, scuola di scrittura per giovani dell’associazione Macramè, e scoprire così, grazie alla realtà aumentata, i punti di interesse com’erano, come saranno o come sono stati. Grazie alla app, inoltre, si potranno ascoltare aneddoti e curiosità in compagnia degli attori Alessandro Riccio e Gaia Nanni che daranno voce alle storie del quartiere. Il progetto è stato pensato dal team composto da Macramè e Agnese Giorgetti, Giulia Guastalegname, Lucia Pandolfo e Martina Giorgi.

La campagna di crowdfunding durerà 40 giorni, al termine della quale, in primavera, partiranno i laboratori della fase residenziale del progetto, in cui i ragazzi raccoglieranno le testimonianze del quartiere e scriveranno le storie che saranno la voce narrante del percorso multimediale. A maggio partirà la realizzazione dell’app in virtual reality e a giugno ci sarà la creazione e l’allestimento del percorso, a cui seguirà una festa di inaugurazione del progetto.

Related articles

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy