For Good

Hungry for Culture, per DDB e Bennet i libri sono cibo da esporre tra i ‘freschi’

Di cosa si nutre un essere umano? Di cibo, certo, ma non solo. Le nostre esigenze vanno oltre i bisogni primari, coinvolgendo anche la sfera di quelli immateriali. Il pensiero, le emozioni, la conoscenza, le relazioni ci distinguono dalle altre specie e ci identificano come persone. E per alimentare questa parte di noi c’è un cibo universale, che chiamiamo cultura.

Da questo insight, DDB GROUP ITALY ha ideato per l’insegna della Gdo Bennet ‘Hungry for Culture’, una campagna di sensibilizzazione sui consumi culturali, specificamente di libri, che prende il via da un dato, quasi il 60% degli italiani non legge neanche un libro l’anno, riferisce la nota.

Per riportare la lettura al centro della quotidianità, negli store Bennet i libri sono stati esposti dove si concentra maggiormente l’attenzione delle persone, ovvero in mezzo al cibo.

Dal vendere al dialogare, dal fornire al sensibilizzare, mettendo al centro i bisogni indispensabili per una società civile e per ciascun individuo. Inteso come persona, prima che come consumatore.

Un passaggio che implicitamente sottolinea anche il nuovo ruolo sociale affidato alla marca di cui Bennet è consapevole. “Oggi i consumatori chiedono che i brand si facciano portavoce di istanze più profonde, importanti e allargate rispetto alla soddisfazione di meri aspetti funzionali”, spiegano in azienda. “Le marche non sono insomma più chiamate solo a vendere, ma ad entrare in relazione con le persone. E questo vale tanto più per una insegna della GDO come la nostra che ambisce a far parte della quotidianità”.

“Le istituzioni perdono fiducia come punto di riferimento per le persone e sempre più i brand ne prendono il posto. Per questo agire su temi socialmente rilevanti significa rafforzare il brand a livello reputazionale, soprattutto in un momento difficile come quello che stiamo attraversando oggi”, aggiunge Carlotta Asti, Planning Director Gruppo DDB Italia.

“Si tratta di un’idea in cui abbiamo fortemente creduto da subito e che sapevamo Bennet avrebbe sposato appieno per il suo valore sociale. Ma quello che ci dà ancora più soddisfazione è che questo progetto rappresenta anche l’ennesima conferma della fiducia che l’Azienda ripone in DDB, frutto di un sodalizio ormai ventennale che ci ha visto attraversare fianco a fianco anni di grandi cambiamenti e incertezze, costruendo per la marca un percorso di continua crescita”, conclude Luca Cortesini, Chief Creative Officer Gruppo DDB Italia.

Oltre al punto di vendita, l’operazione coinvolge anche il canale e-commerce del sito bennet.com, dove sono stati raddoppiati i titoli a disposizione e inseriti suggerimenti di lettura durante il funnel d’acquisto, ed è stata riverberata sui canali social del brand, con l’obiettivo di ampliare l’audience e generare dibattito.

Credit

Cco: Luca Cortesini

Dc: Guido Renda, Roberto Rotta

Copywriter: Lorenzo Mondini

Art Director: Pietro Baccaro

Planning Director: Carlotta Asti

Strategic Planner: Sefora Avenia

Client Service Director: Luisa Brugnano

Account Supervisor: Silvia D’Angiò

Social Media Manager: Mario Scrima

Community Manager: Vittoriana Marziliano

Cdp: Karen Film

Executive Producer: Tommaso Pellicci

Producer: Stefano Ottorino

Director: Nicola Bettoni

Post production supervisor: Giancarlo Giani

Producer: Luna Milano

Editor: Sara Dicorato, Oscar Guardamagna

Audio: Top Digital