Al Museo Pushkin di Mosca ‘100 modi per vivere il Nuovo Anno’. Per l’Italia, insieme a Giuliana Cunéaz, sono stati selezionati i Masbedo

Quantum Vacuum di Giuliana Cunéaz ambientato nella sala medievale del museo Pushkin

La videoinstallazione di Giuliana Cunéaz, Quantum Vacuum, viene presentata, sino al 14 gennaio, dal Museo Pushkin di Mosca nell’ambito della mostra online dal titolo 100 modi per vivere il Nuovo Anno (si può visitare sul canale youTube al link 100waystoliveaminute.pushkinmuseum.art/#).

L’iniziativa, che inaugura la nuova stagione del museo russo, ha lo scopo di creare un dialogo tra le opere permanenti della collezione storica con le espressioni più attuali della contemporaneità. Così, sono stati scelti 15 artisti della scena internazionale in grado di rappresentare i nuovi percorsi della ricerca digitale nell’ambito della videoarte, del teatro e della performance. Tra questi compaiono Laurent Grasso, Andrey Silvestrov, Glenda Leon, Clément Cogitore e Guido van der Werve. Per l’Italia, insieme a Giuliana Cunéaz, sono stati selezionati i Masbedo.

Ciascun artista è stato messo in relazione con un ambiente particolarmente significativo del museo e l’opera di Giuliana Cunéaz affianca i fondi oro e le sculture medievali rilevando la consonanza tra passato e presente.

Quantum Vacuum (2005) è ispirato a L’Inferno, l’affresco quattrocentesco di Giovanni da Modena realizzato per la Basilica di San Petronio a Bologna.  Il video propone un dialogo fatto di corpi e di emozioni in uno scambio di energie. La figura al centro della rappresentazione affronta i temi dell’immortalità, della magia e del mistero.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy