Creative & Communication

AUGE Headquarter vince la gara e diventa la nuova lead agency Amplifon per il mercato nazionale. Al via la campagna New generation, per dare ascolto alla generazione degli Active Agers

Amplifon, soluzioni e servizi per l’udito, lancia in Italia la nuova campagna di comunicazione New Generation con il supporto di Auge HQ, lead agency di Amplifon per il mercato nazionale.

La campagna nasce dalla volontà di Amplifon di offrire una prospettiva diversa della Senior Society (55+), mettendo in discussione gli stereotipi sulla terza età e sulle soluzioni uditive e raccontando una nuova generazione che è al passo con i tempi, che non rinuncia a uno stile di vita attivo e che guarda al futuro con ottimismo. La soluzione uditiva diventa quindi compagno e facilitatore della vita attiva della generazione degli Active Agers, che Amplifon sceglie di mettere al centro della propria campagna di comunicazione con il fine di superare le barriere individuali e sociali legate all’avanzare degli anni e di normalizzare l’uso di soluzioni uditive innovative e personalizzate.

Il concept di campagna è stato sviluppato da Lola Mullen Lowe, creative agency per il Gruppo a livello EMEA, che ha curato tutta la fase ideativa dall’individuazione dell’insight fino alla produzione dei principali asset creativi, tra cui un Video Manifesto e i nuovi spot televisivi.

“Questa nuova campagna nasce da un insight validato da numerose ricerche con i consumatori di tutta Europa, ricerche da cui è emersa forte e univoca la necessità di accompagnare la nuova generazione di consumatori non solo con un’offerta di prodotti acustici e servizi all’avanguardia, ma anche con uno stile di comunicazione che mostri il target come protagonista attivo della propria vita”, commenta nella nota Chiara Fracassi, Corporate Brand & Customer Experience Director. “Inoltre, la piattaforma di comunicazione mette per la prima volta insieme la potenza di fuoco del gruppo Amplifon, con comuni sforzi creativi e di produzione, con l’ambizione di fare di Amplifon un brand pioniere della Nuova Generazione”.

Per l’Italia la campagna è veicolata attraverso un’attivazione su diversi canali di comunicazione, articolata su tv, digital e native. La stessa prevede dei passaggi in pianificazione allargata prime time con il Video Manifesto ‘Vecchio o no’, seguita da una pianificazione di nuovi episodi per la tv tabellare, oltre che l’implementazione di una strategia digitale e delle attività di native già a partire dal mese di febbraio.

Il lancio della campagna in Italia e la realizzazione dei materiali sono stati curati da Auge HQ, agenzia creativa che supporterà la strategia di marketing e comunicazione di Amplifon a livello nazionale per tutto il 2018.

La pianificazione media è stata curata da Dentsu-Carat, media partner di Amplifon per l’Europa.

Spiega Emilio Martano, Marketing & Product Director Amplifon Italia: “Il significato dell’invecchiamento sta cambiando, e con il miglioramento delle condizioni e delle prospettive di vita si affaccia una nuova generazione con valori, aspettative e stili di vita differenti. Come leader del mercato dobbiamo essere in grado di interpretare questo cambiamento guidando l’evoluzione della industry. Vogliamo accompagnare sempre più persone ad essere parte attiva di questa New Generation, facendo evolvere lo storytelling di Marca con un nuovo tono di voce ed investimenti diversificati anche sui media digitali, come native e programmatic advertising”.

Federica Ariagno, Partner e Direttore Creativo Auge HQ, aggiunge: “Siamo entrati subito in sintonia con Amplifon e questa collaborazione porta grande energia per l’anno a venire. È evidente come siano la passione e il desiderio di cambiamento a muovere questo brand, con molti progetti già ben avviati e molti altri da realizzare. Ci attendono mesi di grande lavoro, perché le ambizioni sono tante e altrettante sono le aspettative. Da parte nostra possiamo assicurare l’impegno nel dare il nostro massimo contributo al rinnovamento del brand Amplifon e alla continua crescita di un gruppo leader a livello globale”.