11
May

HJH_valerio_foto

Hallelujah, la digital start up milanese specializzata in Data Driven Ideas, dopo l’acquisizione di progetti per brand come Vorwerk Folletto, Thun ed Enegan (più altri che saranno ufficializzati a breve) dichiara di aver raggiunto il break even per l’anno 2016 e apre la seconda fase di recruiting.

Afferma nella nota Valerio Franco (nella foto), Chief Innovation Officer di Hallelujah: “Non siamo stupiti di come stanno andando le cose, perché il progetto è sì visionario ma radicato su evidenze di cui riceviamo conferme ogni giorno. Siamo infatti molto soddisfatti di questi risultati che rispecchiano il Business Plan che avevamo concordato con i nostri finanziatori (Unicredit e Deutsche Bank), è la conferma di come il nostro approccio sia riconosciuto come valore aggiunto dai clienti e e di quanto oggi la differenza la si può fare scegliendo con maniacale attenzione i talenti da coinvolgere nel progetto di start-up. Per questo stiamo dando il via alla seconda fase di selezione di Digital Unicorns, e cioè persone che abbiano un talento cross-mediali e una passione insana per la tecnologia, per la comunicazione e per l’analisi dei dati”.

La priorità nella selezione si concentra su 4 figure professionali: Technical Delivery Manager, Social Media Strategist, Social Media Manager E Babiloo Sales Manager (Babiloo è il prodotto di Digital Intelligence sviluppato da Hallelujah in collaborazione con Delta Askii per monitorare gli ecosistemi digitali dei brand, canali sociali, siti e app dei brand, per estrarre insights strategici di comunicazione).

Per ulteriori informazioni

oppure scrivere a info@hallelujah.it










Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito.
Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy.Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie