For Good

In vista della Coppa del Mondo di scherma paralimpica, Decathlon lancia la linea di abbigliamento Adapted Sports per i diversamenti abili

In vista della Coppa del Mondo di scherma paralimpica, che prenderà il via a Pisa il 20 settembre accanto alle sedi di San Paolo, Eger, Chon Buri e Varsavia, e di cui Decathlon è sponsor tecnico, è stato organizzato un evento di promozione dello sport paralimpico. Una iniziativa sociale che nasce dalla sempre crescente volontà di sensibilizzare il pubblico al valore della diversità e dell’inclusione.

Partendo dallo studio dell’anatomia degli sportivi e delle sportive con diverse disabilità, ogni prodotto è stato progettato affinché sia funzionale nel movimento, nella vestibilità e nelle prestazioni prima, durante e dopo l’attività sportiva. Tutta i prodotti sono stati realizzati grazie a gruppi di ascolto con persone con disabilità, che hanno testato ogni capo prima della loro commercializzazione. Alla carrozzina per la scherma, il basket, il tennis, l’atletica e ciclismo, Adapted Sports integra così una linea di abbigliamento sportivo e intimo ideati, creata e sviluppata con e per donne e uomini con diverse disabilità.

La missione del brand Adapted Sports è rendere lo sport accessibile davvero a tutti. Dal 2017 siamo impegnati nella realizzazione di innovazioni dedicate a persone con diverse disabilità, per permettere a chiunque di poter praticare l’attività che ama”, dichiara nella nota Luigi Cordioli, Brand Managerdi Adapted Sports by Decathlon.  “Decathlon Italia si è affermata come primo mercato in assoluto all’interno dell’azienda ad aver creato una linea dedicata, che nel tempo si è arricchita grazie alla collaborazione con diversi club dedicati agli sport paralimpici: oggi rappresentiamo un modello virtuoso nel perseguire la nostra missione, per continuare a supportare il fondamentale e imprescindibile binomio sport”.

La nuova collezione messa a punto da Decathlon Italia rappresenta un modello virtuoso che verrà esportato anche in altri Paesi: il progetto di internazionalizzazione dell’offerta per atleti con da disabilità, capitanato dall’equipe italiana, mira a rendere disponibile l’attuale gamma di prodotti anche in Europa.