For Good

Connexia e il Consorzio Biorepack insieme con la campagna ‘The Bioplastic Garden’

Biorepack, sistema consortile europeo di responsabilità estesa del produttore (EPR) dedicato agli imballaggi in plastica biodegradabile e compostabile, torna in comunicazione con The Bioplastic Garden,  campagna multisoggetto ideata per il Consorzio dall’agenzia di marketing e comunicazione CONNEXIA.

Nata con l’obiettivo di promuovere in tutti i cittadini la conoscenza dei materiali, delle corrette modalità di utilizzo, conferimento e gestione del fine vita degli imballaggi in plastica biodegradabile e compostabile, e il legame virtuoso tra raccolta corretta e rifiuto organico, inteso come risorsa per la rigenerazione del suolo, The Bioplastic Garden si sviluppa tutta sulla contrapposizione tra la fine degli imballaggi in bioplastica e l’inizio di una nuova vita per il Pianeta.

Al centro, l’importanza della raccolta differenziata degli imballaggi in bioplastica compostabile assieme alla frazione umida e il successivo processo di compostaggio: se conferite correttamente e inserite nel contenitore dell’umido, infatti, le bioplastiche concorrono a generare compost, una sostanza fertilizzante che favorisce la fioritura del suolo. Da qui l’idea creativa di un terreno rigenerato, dal quale nascono aiuole a forma di sacchetto, bicchiere e piatto, in plastica biodegradabile compostabile.

“Siamo molto contenti della rinnovata collaborazione con il Consorzio Biorepack, con il quale condividiamo già da qualche anno un percorso di sensibilizzazione e promozione delle buone pratiche di giusto conferimento degli imballaggi in plastica biodegradabile e compostabile, condividendo i temi legati alla tutela ambientale e alla sostenibilità”,  dichiara nella nota Massimiliano Trisolino, Managing Partner Strategy & Creativity Connexia. “Con i tre soggetti protagonisti della campagna “The Bioplastic Garden”, partita lo scorso maggio e pianificata fino al mese di ottobre sui principali quotidiani e periodici nazionali, abbiamo scelto di comunicare visivamente i benefici del compost sul terreno, associando in maniera spontanea e immediata ad alcuni dei rifiuti di uso comune un suolo dal cuore green, rivitalizzato dal ciclo virtuoso di produzione del compost. I tre visual sono stati realizzati in CGI (computer-generated imagery), secondo un processo di vettorializzazione delle immagini che, da bidimensionali, diventano tridimensionali, offrendo una pluralità di punti di vista che enfatizza il concept creativo”.

“La crescita della raccolta della frazione organica dei rifiuti e, all’interno di essa, delle bioplastiche compostabili è essenziale per aiutare il nostro Paese ad aumentare la produzione di compost. Questo prodotto, figlio dell’economia circolare, è oggi ancora più prezioso per permettere di riportare sostanza organica ai terreni agricoli, contrastando i cambiamenti climatici e riducendo la necessità di usare i fertilizzanti chimici, il cui costo ha subito un preoccupante aumento per via della crisi ucraina”, aggiunge Marco Versari, presidente del Consorzio Biorepack. “Per tutti questi motivi, le campagne di comunicazione che aiutano i cittadini a comprendere l’importanza del corretto conferimento delle bioplastiche rappresentano un tassello fondamentale per il futuro dei cittadini stessi, dell’ambiente e anche della filiera agricola italiana. Siamo felici di continuare questo percorso di educazione e sensibilizzazione avvalendoci delle professionalità e della creatività di Connexia”.

Credit

Creative Director – Adriano Aricò e Anna Vasta

Client Director – Francesco Ferrario

Senior Art Director – Enzo Girardi

Senior Copywriter – Miriam Zaccagni

Senior Account – Filippo Di Lella

Executive Account – Francesca Perico

CGI Design – B612 Studio