Milano design Week, Bonsaininja Studio a Superstudio Più con ‘Home Switch Home’, installazione immersiva ed esperienziale ideata e realizzata per i brand Candy, Hoover e Haier

Alcune funzionalità sono ridotte dalle tue preferenze!

Questo accade perché la funzionalità “Google Youtube” usa dei cookie che hai scelto di disabilitare. Per vedere il sito completo abilita i cookies: Modifica le tue preferenze.

In uno spazio espositivo di oltre 1.000 mq, suddiviso in tre macro aree, il visitatore potrà muoversi lungo un percorso vivendo un’esperienza immersiva ed emozionale attraverso i diversi valori di ciascun brand.

‘Home Switch Home’ desidera raccontare la Smart Home così come è stata concepita da Haier Europe per Candy, Hoover e Haier. Una casa dove i paradigmi del passato sono mutati per realizzare quello switch necessario a offrire una esperienza domestica personalizzata, semplice e performante, spiega la nota. Un cambiamento reso possibile dall’innovazione tecnologica e dal design che si fondono insieme per creare un ecosistema intelligente di soluzioni e servizi pensati per rendere la casa molto di più che un luogo fisico, che sia in grado di mettere al centro la persona.

L’installazione, attraverso una fitta rete di led un sistema intelligente, percepisce la presenza della persona, ne segue i movimenti e si plasma su di essa offrendo un’esperienza tridimensionale. Circa 6.000 i corpi illuminanti interconnessi e coordinati utilizzati per creare l’esperienza.

“Siamo tornati insieme ad Haier alla Design week con lo stesso spirito che ci ha ispirato anche in passato: coinvolgere il visitatore attraverso un percorso esperienziale memorabile. Il nostro lavoro è stato quello di distillare i messaggi da comunicare per i tre brand dandogli un valore, inventando una serie di touch point che servissero a glorificare i prodotti stressandone il diverso posizionamento”, dichiara nella nota Beatrice Lissoni, Direttore Creativo del progetto. “Presentare un brand al Fuorisalone mette in campo competenze completamente diverse da quelle necessarie per realizzare uno stand in fiera: non è una vetrina espositiva ma uno spazio dove i prodotti devono prendere vita per regalare un’esperienza. Al popolo del Fuorisalone bisogna parlare in un’altra lingua; quella dell’intrattenimento, ma sempre attraverso il design. Per realizzare questo Bonsaininja Studio è da sempre alla ricerca di nuove tecnologie che ci possano aiutare a realizzare il più grande degli obiettivi: emozionare”.

“La pandemia non ci ha mai fermato. Ci siamo reinventati nel momento più critico grazie al nostro Dna. In questo periodo, oltre a rafforzare legami con realtà importanti come Haier Europe, abbiamo iniziato a collaborare con nuovi clienti proponendoci non come la classica agenzia di eventi ma come uno studio creativo capace di un pensiero laterale, analitico, propositivo, coraggioso e soprattutto con l’esperienza di saper realizzare quello che pensa”, aggiunge Fabio Cillo Legnani, socio fondatore di Bonsaininja Studio.

Related articles

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie policy